Vibonese, una stagione in agrodolce tra exploit e frenate – Video

Tempo di bilanci in seno alla società di via Piazza d’Armi. Dopo la conquista della salvezza la squadra di Orlandi ha tirato il freno a mano in classifica. Ed ora bisogna fare delle scelte

Tempo di bilanci in seno alla società di via Piazza d’Armi. Dopo la conquista della salvezza la squadra di Orlandi ha tirato il freno a mano in classifica. Ed ora bisogna fare delle scelte

Informazione pubblicitaria
L'espressione di Malberti

Da Potenza a Potenza. Dal punto più in alto a quello più in basso. Dottor Jekyl e Mister Hyde. Tutto in un girone. Tutto made in Vibo Valentia. Quartier generale della Vibonese. Capace di conquistare 26 punti nelle prime 19 partite di campionato ed appena 16 (compresi i tre contro la Berretti del Matera) nelle altre 19. Da un cammino playoff ad uno playout. Per fortuna evitati grazie appunto a quanto di buono costruito nella prima parte del campionato. La Vibonese va in vacanza con la salvezza in tasca ma anche il rammarico di quello che poteva essere e invece non è stato. Il gruppo di Orlandi dà appuntamento al prossimo torneo di Serie C senza passare dalla lotteria degli spareggi per non retrocedere (non era mai accaduto tra i professionisti) ma mastica amaro, amarissimo per non aver centrato l’ulteriore obiettivo dei playoff. Di fatto alla portata di Obodo e compagni solo fino a poche settimane fa. A rovinare tutto le cinque sconfitte di fila nelle ultime cinque partite. Nessuno ha fatto peggio nel girone C in questo arco temporale. E allora è giusto non esserci agli spareggi per la B e pensare già a costruire la squadra che verrà. Ripartendo dalle certezze. Mercoledì sera cena societaria e poi il classico “rompete le righe”. Non per tutti però. Per i massimi dirigenti rossoblù, infatti, inizierà già un nuovo campionato. Bisognerà blindare i pezzi pregiati ed incastonarne altri in tutti i reparti. Con un occhio particolare in attacco dove la Vibonese ha mostrato le difficoltà più evidenti risultando uno dei reparti avanzati meno prolifici di Serie C. Tutto però passerà dalla scelta per certi versi più difficile: confermare Nevio Orlandi ed il suo staff in panchina oppure no? Già nelle prossime ore attese novità in questo senso.