Terza categoria, la dirigenza del Soriano: «Nessuna aggressione all’arbitro»

La partita con la Vazzanese sospesa dopo 15 minuti dal fischio d'inizio per le vibrate proteste degli ospiti.

La partita con la Vazzanese sospesa dopo 15 minuti dal fischio d'inizio per le vibrate proteste degli ospiti.

Informazione pubblicitaria
Il San Domenico Soriano
Informazione pubblicitaria

Una versione, quella dell’arbitro Nicola Tortorella, in riferimento alla partita di Terza categoria tra la Vazzanese e il San Domenico-Soriano, completamente smentita da quest’ultima società che nega categoricamente la circostanza della sospensione della partita in quanto in giocatori ospiti lo avrebbero minacciato.

Informazione pubblicitaria

Lo stesso direttore di gara sarebbe stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale di Vibo Valentia. «Sono tutte cose false – si legge in una nota della società – viste le varie testimonianze che possiamo produrre tra noi i giocatori e dirigenti della Vazzanese e anche dal pubblico presente allo stadio. Il direttore di gara ha deciso di sospendere la partita per proteste, giuste e insindacabili, in seguito a due errori commessi dallo stesso».

Tra le altre cose avrebbe concesso un gol in fuori gioco al Vazzano: «In quel momento – scrivono i dirigenti del Soriano – si sono verificate le proteste comunque solo verbali e non minacciose. Il direttore mimava il gesto del triplice fischio, necessario per regolamento per sancire la fine di una partita di calcio e correva negli spogliatoi, senza essere seguito da nessuno. I nostri giocatori, infatti, sono rimasti sul rettangolo di gioco». Quindi, per il club sorianese non c’è stata alcuna aggressione all’arbitro.