Andrea Scrugli, dalle giovanili della Vibonese all’amichevole contro la Juventus

Il calciatore nativo di Tropea affronterà questa sera la Vecchia signora vestendo la casacca della Triestina, squadra nella quale transitato dopo la promozione in B con il Trapani. Putrino: «Orgoglioso ed emozionato» 

Il calciatore nativo di Tropea affronterà questa sera la Vecchia signora vestendo la casacca della Triestina, squadra nella quale transitato dopo la promozione in B con il Trapani. Putrino: «Orgoglioso ed emozionato» 

Informazione pubblicitaria
Andrea Scrugli
Informazione pubblicitaria

Il calciatore vibonese Andrea Scrugli, cresciuto nella Scuola calcio di Angelo Stumpo a Tropea per poi approdare e maturare nelle categorie giovanili della Vibonese, questa sera avrà l’occasione di mettersi in mostra durante l’amichevole che la Triestina giocherà al cospetto della Juventus allo stadio Nereo Rocco. Contro la Vecchia signora del calcio italiano, infatti , il giocatore tropeano di nascita, approdato quest’estate alla gloriosa Triestina dopo la prestigiosa promozione in Serie B ottenuta con il Trapani, si troverà di fronte il brasiliano Douglas Costa, per l’assenza di Cristiano Ronaldo. Grande la soddisfazione e l’emozione del responsabile del settore giovanile e della Scuola calcio della Vibonese, Rino Putrino. «Non credo di essere esagerato nel dire che Andrea avrebbe meritato palcoscenici importanti – ha affermato -. La promozione col Trapani in serie B, ed il fatto che navighi nelle categorie professionistiche ormai da tempo, documenta e testimonia che è un giocatore vero, e non una meteora». La felicità del direttore Putrino si esprime anche frugando nel cassetto dei ricordi: «Erano in tre. Andrea Saturno, Andrea Scrugli e suo cugino, in un pomeriggio di fine agosto, il mister Massimiliano La Torre, per conto di mister Angelo Stumpo, me li consegnò in blocco, fidandosi della mia persona e della società che rappresentavo. Vestirono la casacca della Vibonese per cinque anni, fino a quando Andrea scelse strade diverse dopo aver assaggiato la prima squadra, mentre Saturno era sempre sul punto di esplodere, ma mancava il botto finale. Li ho portati con me in giro per la Calabria, anche trasportandoli nel bagagliaio della mia macchina. Non posso non essere soddisfatto e anche commosso per questa sua storia calcistica che ci riempie di orgoglio. Nulla da dire – conclude Putrino -, ma solo da apprezzare e da essere soddisfatti e speranzosi del fatto che partendo da realtà minori, si possa aspirare a tanto. Sarà solo una recondita speranza… ma sognare non costa nulla, e può aiutare a vivere meglio». Squadre in campo alle 20.30 per una sfida trasmessa in diretta da Sky.

Informazione pubblicitaria