GALLERY – Coppa della Pace, trionfano i valori dello sport

Si è chiusa domenica a Pizzo un’edizione dai numeri importanti dello storico trofeo di beach volley: tre tornei in sei giorni per 145 partite e 132 giocatori iscritti con un’età compresa tra i 60 e i 12 anni. Ecco tutti i vincitori

Si è chiusa domenica a Pizzo un’edizione dai numeri importanti dello storico trofeo di beach volley: tre tornei in sei giorni per 145 partite e 132 giocatori iscritti con un’età compresa tra i 60 e i 12 anni. Ecco tutti i vincitori

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si è conclusa domenica al Lido La Murena di Pizzo la dodicesima edizione della Coppa della Pace. Il torneo di beach volley più longevo della provincia di Vibo Valentia ha visto trionfare nel tabellone maschile la squadra dei Kepler 2.0 composta da Emanuele Ingenuo e Simone Mangone che hanno battuto in finale i Palmieri Brothers ovvero Federico e Daniele Palmieri, terzo posto per il giovanissimo duo dei Sganaway, Cristian Gatto, Giuseppe Bonaccurso.

Informazione pubblicitaria

Un podio quello maschile composto da un solo giocatore pizzitano e poi da una coppia vibonese e da una lametina, a dimostrazione di una edizione questa che ha visto la partecipazione di molte coppie del circondario.

Storia diversa in campo femminile dove la vittoria è andata alle Supercalifragilistichespiralidoso Irene De Agazio e Mirella Sergi, secondo posto per le Saturday Star Alessandra Sabato e Consuelo Stella, terzo gradino del podio per le Riaggomitolamelo riappallottolandomelo Federica Maragò e Paola Sciutto, un sestetto interamente pizzitano.

Il torneo misto invece ha visto trionfare il duo Marrelliana tutto pepe Alessia Tuselli e Claudio Marrella, davanti a I Jack Daniels Alessandra Sabato e Daniele Palmieri, terzo posto per la coppia di giovanissimi Antonio Bruni e Giorgia Tripodi.

Una edizione dai numeri importanti se si pensa che tra i tre tornei si sono giocate 145 partite in 6 giorni, 132 i giocatori iscritti con un’età compresa tra i 60 e i 12 anni. A tal proposito una curiosità: proprio il giocatore più grande Carmine Cavallaro e la giocatrice più giovane Giulia Grande hanno fatto coppia nel torneo misto, a dimostrazione che la Coppa della Pace ed i valori che promuove uniscono generazioni lontane.

Pizzo, al via la XII edizione della “Coppa della Pace”

A questi numeri vanno aggiunti anche gli oltre 80 partecipanti alla giornata SbarbaGianni, quella in cui l’agonismo ha lasciato il posto al puro divertimento, tra giochi, pegni e tantissimi sorrisi. E per quanto i numeri non possano descrivere la bellezza e la pacifica follia di questa Coppa della Pace, ci sono da segnalare le 45.000 interazioni della pagina Facebook con il 687% di visualizzazioni in più. Un pubblico di giovanissimi questo dei social che giocando, ascoltando, partecipando, impara una nuova idea di sport e che fa ben sperare e non solo per l’edizioni future.

Un dodicesimo anno questo che ci lascia una manifestazione più forte e più partecipata, in cui il rispetto è stato indiscusso protagonista.

Grande la soddisfazione del gruppo SbarbaGianni, che avrà soltanto pochi giorni per riposarsi perché le iniziative parallele a questa dodicesima edizione non sono ancora finite. Come anticipato nella giornata di presentazione tenutasi al castello di Pizzo il 25 luglio scorso, per la prima volta infatti, la manifestazione valicherà i confini calabresi per approdare sul Pollino nel comune di Viggianello (PZ) per una due giorni, 22 e 23 agosto, di divertimento, musica, sport e gli immancabili colori e valori del bandierone simbolo della Coppa “di tutti”.

Anche per quanto riguarda Pizzo ed il Lido “La Murena” gli organizzatori hanno promesso un ultimo appuntamento notturno per fine agosto, la “Night Eleven More One”, che tanto successo ha riscosso lo scorso anno, alla prima edizione.

Per il resto l’appuntamento sarà dal 30 luglio al 6 agosto 2017, dove il tema sarà la Libertà ed il colore l’azzurro.

La Coppa della Pace non sarebbe così bella e colorata senza il sostegno del Comune di Pizzo (patrocinio), Lido “La Murena” (sede storica), CSI, UNLA e Città dei Giovani (partner organizzativi) Tonno Sardanelli (Main Sponsor), Aragon Multiservice e Progetto Dynamo (Sponsor tecnici), Cooperativa Kairos (Local Friend) ed i partner commerciali: Pastificio Colacchio, La Bottega del Gelato, Ottica Medica, Cocis e Nostrano.