Vibo Marina, l’Asd Penta nuoto si prepara ad una nuova stagione – Video

Decine i ragazzi che scelgono la piscina della frazione costiera per cimentarsi in varie discipline sportive: «Qui ci sentiamo a casa»
Decine i ragazzi che scelgono la piscina della frazione costiera per cimentarsi in varie discipline sportive: «Qui ci sentiamo a casa»
Informazione pubblicitaria
La piscina di Vibo Marina

«Mi fa sentire libero»; «il nuoto è uno sport bellissimo»; «io qui ci sono cresciuta, è come se fosse casa mia». I sorrisi e l’entusiasmo dei bambini la dicono lunga. Benvenuti nella piscina comunale di Vibo Marina. Benvenuti nel laboratorio sportivo e umano dell’Asd Penta Vibo, che quest’anno celebra il suo secondo anno di attività e – tra nuoto, pallanuoto, acquagym e tante altre attività – diventa un punto di riferimento per la comunità. Per i ragazzi e non.

Informazione pubblicitaria

Come spiega Daniele Murdà che della società sportiva è presidente. «Partiamo con una stagione nuova – spiega – che porterà anche quest’anno centinaia di ragazzi a impegnarsi nelle nostre discipline. Su un territorio così difficile , che offre bene poco, la Penta Vibo ci sta mettendo cuore e anima». Eh, già cuore e anima. In acqua ci sono i ragazzi che si allenano per le competizioni agonistiche di nuoto. Bambini, pre-adolescenti, che in un anno sono stati capaci di raggiungere questo livello. Merito della Penta Vibo, dei suoi istruttori, ma soprattutto dei ragazzi.

«Qui il nuoto non è mai stato praticato. Di conseguenza abbiamo iniziato proprio da zero» spiega l’allenatore Fabrizio Porretta. «Il vantaggio è che possiamo lavorare sui ragazzi e “costruirli” a nostro piacimento». Nuotano, lavorano durante, una bracciata dopo l’altra. Il nuoto è sport, sano agonismo, salute, ma anche gioia, felicità, aggregazione. «A questa età è soprattutto divertimento – aggiunge il coordinatore della scuola nuoto Luigi Grande -, anche perché i bambini nell’acqua si divertono sempre. Qui si fa un lavoro più specifico nel quale non manca però il divertimento e l’atmosfera di gioco che si crea poi nell’ambiente».

Sprint, virate, qualche sana chiacchiera a bordo vasca. I ragazzi adorano questo sport, questa struttura ma anche coloro che per la loro crescita si spendono tantissimo, i loro istruttori. «Siamo noi ad adorare loro – ammette Dino D’Amico, figura storica del nuoto vibonese – perché ci danno veramente tanto, si scarificano ogni giorno per venire a nuotare, lavorando duro con noi. Sebbene siamo bambini del 2012 e del 2013 hanno già la concezione dello sport, e del nuoto in particolare, e questo è bellissimo». E allora, in bocca al lupo per un secondo anno di attività, affinché sia foriero di nuovi importanti successi e di tanto, tanto, divertimento.