A Tropea la coppa Peter Pan voluta dal Circolo velico Santa Venere – Video

La singolare regata nello specchio di mare antistante il porto. Le imbarcazioni giunte da Campania, Sicilia e Reggio Calabria
La singolare regata nello specchio di mare antistante il porto. Le imbarcazioni giunte da Campania, Sicilia e Reggio Calabria
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un insolito via vai di hawaiiani, pirati dei caraibi, egiziani, Zorro, agente speciale 007, Clochard… Niente di strano quando c’è di mezzo Peter Pan. L’eterno fanciullo ha dato il nome alla singolare regata organizzata dal Circolo velico Santa Venere che si è svolta sabato mattina davanti allo specchio d’acqua antistante il porto di Tropea. Entusiasta il presidente del circolo velico, Gianfranco Manfrida, che ha spiegato il senso dell’iniziativa: «Abbiamo voluto dare un segnale di ripartenza. Un’idea dettata dalla voglia di ricominciare e tornare a solcare il mare per stare insieme, seppure distanziati come prevede il protocollo. Sono 14 le imbarcazioni giunte dalla Campania, dalla Sicilia e dalla vicina Reggio, ma anche da Tropea, che hanno accolto l’invito di Manfrida sfidandosi a colpi di vela e non solo. La gara è infatti iniziata con i travestimenti, quindi tutti in mare per la vera regata, durante la quale i concorrenti hanno preparato un piatto da sottoporre al severo giudizio di chef professionisti. La migliore squadra in gioco si è aggiudicata una coppa speciale: “una coppa di maiale”: «In tema con lo spirito goliardico della manifestazione – ha commentato il presidente del circolo velico che ha voluto così dimostrare come «anche da adulti si può tornare bambini».
Un entusiasmo e una voglia di mare che fanno ben sperare per il futuro che si preannuncia ricco di iniziative: «Stiamo infatti costituendo un consorzio per creare un campionato che potrebbe chiamarsi “la coppa delle due Sicilie” e che andrà a coinvolgere le regioni dell’antico regno, ovvero: Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia».

Informazione pubblicitaria