Superlega, Trento la spunta in 5 set contro Vibo al PalaValentia

Quinta sconfitta consecutiva (terza casalinga) per la Tonno Callipo Calabria. Sotto due volte, i giallorossi di Tubertini reagiscono e portano la gara al tie-break

Quinta sconfitta consecutiva (terza casalinga) per la Tonno Callipo Calabria. Sotto due volte, i giallorossi di Tubertini reagiscono e portano la gara al tie-break

Informazione pubblicitaria
Un attacco di Teppan
Informazione pubblicitaria

Una Tonno Callipo Calabria determinata e combattiva affronta a viso aperto la più blasonata Diatec Trentino vendendo cara la pelle al rientro tra le mura amiche in occasione dell’undicesima giornata di campionato. Vibo va sotto due volte nel conto dei set, ma trova la forza di reagire trascinando il match al tie-break per poi arrendersi nel concitato finale. Un punto guadagnato ma più verosimilmente due persi per la compagine di coach Tubertuni che paga l’eccesso di errori diretti e la mancanza di cinismo nelle fasi decisive dei parziali, nonché alcune sviste arbitrali di troppo. Le veementi proteste dei padroni di casa costano anche l’espulsione di un dirigente giallorosso. Arriva così contro la formazione trentina la quinta sconfitta consecutiva, la terza di fila in casa. Unica consolazione dei giallorossi quella di aver mosso di un punto una classifica che li vede ancora relegati nei bassifondi.

Informazione pubblicitaria

La partita. Approccio spavaldo della Tonno Callipo nel primo set. I padroni di casa rispondono colpo su colpo agli affondi trentini che però fanno la differenza alla distanza nel parziale. È l’opposto ospite Teppan, non a caso, a mettere a terra il punto del 19-23. L’attacco out di Costa vale il primo set-point a favore di Trento che mette in cassaforte il vantaggio con Hoag sul 20-25. 

C’è la reazione vibonese nel secondo set. Verhees dai nove metri guida i suoi (10-5). Massari tiene davanti Vibo con l’attacco vincente del 12-8. Errori a ripetizione per i padroni di casa che però gestiscono un break di vantaggio con Antonov (15-13). Luca Presta mette la firma sul 18-16, ma è Zingel per gli ospiti ad annullare momentaneamente il vantaggio giallorosso. Spinge sull’acceleratore la Tonno Callipo nel finale portandosi al set-point grazie all’errore in battuta degli ospiti (24-21). Antonov trova il colpo vincente che vale la parità.  

Pareggio che dà la sveglia alla Diatec. I trentini ricominciano a martellare con efficacia e conducono con un break di vantaggio a metà del terzo set (13-15). Verhees tiene Vibo in scia e Lecat agguanta la nuova parità (20-20). Finale palpitante con l’errore di Hoag in attacco che consegna ai padroni di casa la palla del set (24-22). Antonov vanifica la prima palla set dai 9 metri e Kozamernik manda in bambola la ricezione di casa al servizio. Si va ai vantaggi. Decide un nuovo errore di Vibo (25-27).  

Ace di Lecat per il 7-5 Vibo nel quarto parziale. Domagala mantiene la Tonno Callipo ad un break di vantaggio con il punto dell’11-9. Il tocco di seconda di Coscione vale il 17-14 per i giallorossi che stringono i denti ma subiscono la rimonta di Trento che, guidata da Zingel, ribalta il risultato portandosi sul 18-20. Costa e Domagala tengono vive le speranze vibonesi (22-23) ma è la Diatec a portarsi al match-point con Houg. Antonov non ci sta e il set prosegue ai vantaggi. L’errore di Vettori vale il set point per Vibo sul 26-25. Lanza spara fuori ed è tie-break.  

Finale di gara da brividi con Vibo che guadagna un break di vantaggio (8-6). Trento agguanta il pareggio sul 9 pari. Doppio vantaggio ospite con l’ace di Kozamernik. Picchia duro Trento con Vettori per l’11-13 ma Antonov si oppone. È ancora Hoag (migliore in campo) a accelerare (12-14) e Trento fa suo il match. 

Il tabellino della gara: 

Tonno Callipo Calabria 2

Diatec Trentino 3

(20-25, 25-22, 25-27, 27-25, 12-15)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 4, Coscione 2, Marra (L), Lecat 12, Izzo, Antonov 18, Massari 7, Domagala 10, Verhees 12, Patch 7, Presta 4. Non entrati: Corrado, Torchia. Allenatore: Tubertini.

DIATEC TRENTINO: Kovacevic 3, Hoag 16, Kozamernik 2, Vettori 3, Chiappa (L), Giannelli 3, Lanza 9, Zingel 11, Teppan 14, Carbonera 13, De Pandis (L). Non entrati: Cavuto, Boninfante, Partenio. Allenatore: Lorenzetti.

ARBITRI: Stefano Cesare, Maurizio Canessa. 

NOTE: Spettatori 1000, incasso 5000. Durata set: 25’, 28’, 30’, 31’, 19’, tot.: 133’.