Superlega: Tonno Callipo, nuovo “Ko” in casa della capolista Perugia

Troppo forte la corazzata umbra che evade la pratica in tre set e in poco più di 1h e 20’ di gioco. Per i giallorossi è la 16esima sconfitta. Coscione: «Meritano di stare in vetta»

Troppo forte la corazzata umbra che evade la pratica in tre set e in poco più di 1h e 20’ di gioco. Per i giallorossi è la 16esima sconfitta. Coscione: «Meritano di stare in vetta»

Informazione pubblicitaria
Un attacco di Verhees (foto Benda)
Informazione pubblicitaria

Ennesima disfatta per la Tonno Callipo Calabria in Superlega. Nell’ottava di ritorno, Vibo, ospite della capolista Sir Safety Conad Perugia colleziona la sedicesima sconfitta in campionato, rimediando un secco 3-0 che testimonia un andamento di gara a senso unico appannaggio dei padroni di casa guidati da Zaytsev (letale dai nove metri) e da un super Atanasijevic autore di 16 punti. 

Informazione pubblicitaria

Coach Marcelo Fronckowiak, non potendo contare ancora sul neo acquisto Sergio Felix, si affida inizialmente alla formazione scesa in campo contro Milano: Coscione al palleggio, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Lecat e Massari in posto 4, Marra libero. D’altra parte, il tecnico della Sir, Lorenzo Bernardi, opera un solo cambio con Ricci in campo al posto di Anzani. Per il resto, capitan De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Podrascanin al centro, Russell e Zaytsev di banda, Colaci libero.

La partita. Il match parte subito in discesa per i padroni di casa che si portano sul 7-3. La Tonno Callipo prova a rimanere in scia, ma la Sir allunga fino a portarsi sul 21-12. Nel finale però i ragazzi di Fronckowiak hanno un sussulto d’orgoglio portandosi fino -4 punti sul 23-19. Uno sforzo notevole che però non basta ai giallorossi per poter battagliare ancora fino alla fine del set che Perugia conquista 25-20. 

Nel secondo set subito break in apertura per Coscione e compagni con l’ace di Costa, ma gli umbri si riportano avanti e allungano sull’8-5. La Tonno Callipo però non si scompone e con Patch, sempre dai nove metri, trova il punto della parità sull’11-11. Dal 12-12 in poi è però un monologo perugino con la battuta degli umbri che mette in difficoltà la ricezione giallorossa e con Atanasijevic e compagni determinati in contrattacco. Perugia allunga fino al 19-12, nel frattempo il neo entrato Corrado va a segno in attacco e fanno il loro ingresso in campo anche Presta e Domagala. Il centrale di Belvedere Marittimo trova l’ace del 24-18 prima di mandare sulla rete il pallone successivo che decreta il 25-18 per la Sir. 

Nel terzo set in campo ecco Presta al posto di Verhees e Domagala in luogo di Patch. Il giovane polacco si mette in evidenza in attacco e la Tonno Callipo tiene testa con una buona fase di cambio palla. Bellissima l’azione sul 10-10 conclusa poi con l’attacco vincente di Domagala. Ma come nel secondo set, quando Perugia si porta in battuta per la Tonno Callipo si fa dura. Gli umbri allungano, nonostante Fronckowiak provi, tramite i due time-out discrezionali a disposizione, a frenare la corsa della capolista. Nel finale è il croato Andric a trovare il mani e fuori che vale il punto finale del 25-21 in favore della Sir Safety Conad Perugia. 

La voce dei protagonisti: 

Così Manuel Coscione a fine match: «Perugia come potenza di servizio e di attacco è di livello altissimo. È la loro forza e stasera lo hanno dimostrato. Noi per molti tratti siamo riusciti a tenere il cambio palla, solo che poi il turno in battuta di qualcuno dei loro battitori ha spaccato la partita e per noi è diventato difficile. Si meritano di essere in vetta e gli faccio i complimenti».

Il tabellino della partita:

Sir Safety Conad Perugia 3

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0 

(25-20, 25-18, 25-21) 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Zaytsev 12, Podrascanin 5, Atanasijevic 16, Russell 6, Ricci 7, Cesarini (L), Siirila 5, Berger 1, Colaci (L), Shaw, Andric 2, Della Lunga 1. Non entrati: Anzani. Allenatore: Bernardi. 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 2, Lecat 3, Costa 8, Patch 7, Massari 5, Verhees 4, Torchia (L), Domagala 7, Marra (L), Izzo, Corrado 1, Presta 3. Allenatore: Fronckowiak. 

ARBITRI: Zavater, Frapiccini. 

NOTE – durata set: 28′, 26′, 27′; tot: 81′