Superlega, nuova sconfitta per la Tonno Callipo: Ravenna passa in tre set

Al PalaValentia i romagnoli in un’ora e 13 minuti vincono senza difficoltà. Per Vibo Valentia la diciannovesima sconfitta in una sfortunata stagione 

Al PalaValentia i romagnoli in un’ora e 13 minuti vincono senza difficoltà. Per Vibo Valentia la diciannovesima sconfitta in una sfortunata stagione 

Informazione pubblicitaria
Il libero Marra in azione
Informazione pubblicitaria

Basta un’ora e 13 minuti di gioco alla Bunge Ravenna per avere ragione di una spenta Tonno Callipo Calabria nella decima di ritorno di Superlega, penultima gara giocata al PalaValentia dai vibonesi. Tre set vinti in scioltezza dagli uomini di coach Soli, superiori in tutti i fondamentali. Attacco efficace quello romagnolo con Buchegger e Marechal autentiche spine nel fianco e il muro e la battuta a completare l’opera, con un totale di 17 punti contro i 3 giallorossi nei due fondamentali. Per Vibo la 18esima sconfitta in un campionato che volge ormai al termine per una stagione da dimenticare. In campo il neo acquisto Felix Junior ancora non entrato a pieno titolo nei meccanismi di gioco. 

Informazione pubblicitaria

La partita. L’ace di Poglajen chiude sul 12-25 i giochi di un primo set senza storia in cui gli ospiti dominano in lungo e in largo senza mai lasciare alla Tonno Callipo la possibilità di reagire. Vibo, infatti, soffre dal principio, con i ravennati che si portano agevolmente sul 3-8 in avvio per poi incrementare il vantaggio sul 10-16 e dilagare letteralmente sull’11-21, con i padroni di casa che non riescono ad andare al di là di un modesto 22 per cento in attacco nel set.  

Più reattiva la formazione giallorossa di coach Fronckowiak nel secondo parziale. Vibo trova punti pesanti con Verhees in battuta e si mostra determinata a recuperare lo svantaggio alzando il rendimento in attacco. Ravenna non cede di un passo tuttavia e guasta i piani di Coscione e soci recuperando un break di svantaggio e portandosi a sua volta a +2 sul 14-16, con la panchina di casa che chiama time-out. Ravenna corre e con Marechal si porta sul 17-21 per il nuovo time out di casa. Massari riduce lo svantaggio sul 21-22 e Soli ferma il gioco per la seconda volta. Buchegger punisce l’insicurezza di Vibo in attacco e Ravenna si porta al secondo set-point sul 21-24. L’errore in battuta di Presta regala il 2-0 ai romagnoli.

Gli ospiti restano concentrati sull’obiettivo anche nel terzo parziale. Il muro di Poglajen su Patch li porta sul 5-9 cui segue un altro punto in attacco per il time-out di Fronckowiak. Buchegger letale dai 9 metri, Marechal trova il punto in attacco e la Bunge vola sul 6-15. Poglajen porta lo score sul 9-19 e le speranze di rimonta di Vibo si affievoliscono sempre più. Débâcle totale nel finale di partita con il match point servito a Ravenna dall’errore in battuta di Vibo e il punto finale che arriva sull’ace di Buchegger a chiudere definitivamente i giochi sul 12-25.  

Il tabellino della gara:

Tonno Callipo Vibo 0

Bunge Ravenna 3

(25-12, 22-25, 12-25) 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 5, Coscione, Marra (L), Lecat 1, Izzo, Corrado 1, Massari 6, Domagala 4, Verhees 4, Patch 3, Felix Jr 4, Presta. Non entrati: Torchia. Allenatore: Fronckowiak.

BUNGE RAVENNA: Vitelli 7, Orduna 2, Poglajen 7, Raffaelli, Pistolesi, Gutierrez, Goi (L), Diamantini 8, Marechal 8, Buchegger 19. Non entrati: Mazzone, Georgiev, Marchini. Allenatore: Soli. 

ARBITRI: Stefano Cesare, Maurizio Canessa.

NOTE: Spettatori 621, incasso: 3049. Durata set: 25’, 27’, 21’, tot.: 73’. Mvp: Orduna.