Carattere

Il ritrovamento a piazza Santa Maria in seguito all’avvio dei lavori di riparazione di un avvallamento nel piano stradale. Trovate numerose ossa e frammenti di epoca greco-romana.

Gli scavi in piazza Santa Maria
Cronaca

Archeologi al lavoro in piazza Luigi Razza (meglio conosciuta come piazza Santa Maria) a Vibo Valentia. In seguito all’avvio dei lavori di sistemazione della superficie stradale in corrispondenza di un profondo avvallamento, si è infatti scoperta un’antica cripta che secondo una prima valutazione degli esperti sarebbe da collocare in un’epoca successiva al ‘500.

Il cedimento della volta ha fatto emergere la cripta di cui ancora non si conosce l’effettiva estensione, cosi come risulta difficile, al momento, stimare con esattezza l’epoca della sua realizzazione. Sembrerebbe, poi, che ad di sotto del livello stradale e a fianco del primo ambiente ormai quasi completamente scoperto dagli scavi, vi siano altre stanze di minore ampiezza segnalate da volte più piccole che si scorgono appena tra la terra.

La cosa interessante, secondo gli esperti inviati sul posto dalla Sovrintendenza ai beni archeologici della Calabria, è il fatto che siano riemersi già dal primo scavo numerosi elementi di riutilizzo risalenti ad epoche più antiche. Tra questi un pezzo di granito verde scanalato e un frammento architettonico con decorazione ad ovuli, probabilmente di epoca greco-romana.

Sono state inoltre trovate numerose ossa, il che lascia presupporre che la cripta custodisse un vero e proprio ossario.

Altre news

Seguici su Facebook

Conad