Pubblicita'

Carattere

Una fiaccolata è stata promossa dalla famiglia del 31enne morto in un incidente stradale in occasione della giornata mondiale Onu dedicata alle vittime della strada. L’iniziativa ha ricevuto il sostegno dell’amministrazione comunale

Il compianto Roberto Schiavello
Cronaca

Il 20 novembre prossimo, a Soriano Calabro, la famiglia di Roberto Schiavello, il giovane di 31 anni morto in un incidente stradale lo scorso luglio, organizza una fiaccolata in occasione della Giornata mondiale ONU del ricordo delle vittime della strada, sostenuta dall'Amministrazione Comunale di Soriano Calabro e dalle istituzioni religiose sorianesi (Santuario San Domenico e Confraternita Gesù e a Maria SS del Rosario e Parrocchia di San Martino Vescovo). Precede la fiaccolata una messa presso il Santuario di San Domenico in Soriano.

Incidente mortale a Soriano, perde la vita un trentenne

«Sarà - come si legge in una nota di presentazione della manifestazione - una giornata di raccoglimento e di riflessione sul valore della vita, che il giovane Roberto amava tanto. Altri comuni della zona, oltre a comunità religiose e associazioni del terzo settore, aderiscono attivamente alla giornata per riflettere insieme, interrogarsi, accendere i riflettori sulle morti causate dagli incidenti stradali, in Italia una vera e propria emergenza sociale. Secondo gli ultimi dati Istat, nel 2015 si sono verificati in Italia 174.539 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.428 vittime e 246.920 feriti. Per la prima volta dal 2001 sono aumentate le vittime della strada (+1,4% sull’anno precedente). E il 2015 è stato caratterizzato da un aumento delle vittime di incidenti stradali anche a livello europeo (1,6% in più del 2014)».

La Giornata mondiale Onu del ricordo delle vittime della strada è stata proclamata nell’ottobre 2005 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ma l'Italia non ha ancora recepito l'invito rivolto a tutti gli Stati dalle Nazioni Unite a istituire tale giornata commemorativa, a livello nazionale. Il Deputato Emiliano Minnucci ha presentato alla Camera una proposta di legge come primo firmatario (n.3837) per l'"Istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada" (3837). Come sottolinea il Deputato nel preambolo della Proposta di Legge, "Questa Giornata è dedicata a ricordare i milioni di persone uccise o ferite sulle strade, le loro famiglie e le comunità, e al contempo a rendere omaggio ai componenti delle squadre di emergenza, agli operatori di polizia e ai sanitari che quotidianamente si occupano delle conseguenze traumatiche della morte e delle lesioni sulla strada. La morte e i ferimenti sulla strada sono eventi improvvisi, violenti e traumatici, il cui impatto è di lunga durata, spesso permanente. Questa particolare Giornata ha lo scopo di rispondere al grande bisogno delle vittime della strada che vi sia un riconoscimento pubblico della loro perdita e della sofferenza".

Incidente mortale a Soriano, il sindaco Bartone: «Se ne va un cittadino modello»

Anche alla luce di questo quadro allarmante, il Governo e il Parlamento hanno introdotto, con la Legge 23 marzo 2016, n. 41, i due nuovi reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali. L’omicidio stradale colposo è diventato reato a sé e per le lesioni stradali sono state introdotte pene aumentate se chi guida è ubriaco o drogato. Ma molto è ancora da fare.

Partendo dalla sofferenza di una famiglia e di una comunità per la perdita di ragazzo speciale, l'evento in programma vuole rappresentare un'occasione per costruire un nuovo percorso verso una adeguata prevenzione e una corretta condotta da adottare alla guida.

 

Seguici su Facebook