Pubblicita'

Carattere

L’imbarcazione ha trasportato nello scalo vibonese oltre 1600 migranti salvati nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia. Predisposti tre capannoni per le operazioni di riconoscimento. Anche un cadavere a bordo

La nave in porto a Vibo Marina
Cronaca

Ha attraccato intorno alle 12.40 al porto di Vibo Marina, il rimorchiatore “Asso ventinove”, offshore battente bandiera italiana di circa 70 metri, con a bordo oltre 1600 migranti salvati nei giorni scorsi nel corso di numerose operazioni nel mar Mediterraneo.

Si tratta dello sbarco numericamente più consistente di sempre nello scalo vibonese. A bordo del natante profughi provenienti in prevalenza dall’Africa sub sahariana. Molte le donne in stato di gravidanza e i minori non accompagnati.

Sbarco record nel Vibonese, a Vibo Marina attesi 1800 migranti

Da quanto è stato possibile apprendere, sulla nave non erano presenti medici. Per tale motivo il primario del Suem 118 dell’ospedale di Vibo Valentia, Antonio Talesa, ha chiesto di poter salire a bordo dell’imbarcazione prima dell’avvio delle operazioni di sbarco, per accertarsi delle condizioni dei migranti giunti a terra dopo tre giorni di navigazione. Molti sarebbero in condizioni di denutrizione e disidratazione e in tanti, in questi minuti, si sporgono dalle paratie dell'imbarcazione invocando "please water". Sulla nave anche il cadavere di un giovane recuperato in mare.

La macchina dei soccorsi predisposta dalla Prefettura di Vibo Valentia è in piena attività e sono già stati allestiti 3 capannoni nell'area industriale di Porto Salvo dove saranno trasferiti i profughi in attesa di essere identificati e successivamente avviati verso le destinazioni individuate dal ministero dell’Interno, ad eccezione dei minori che resteranno sul territorio provinciale. Nelle operazioni sono impegnate oltre 500 unità tra personale delle forze dell'ordine e volontari.

LE IMMAGINI: Sbarco record a Vibo Marina, le immagini (FOTO/VIDEO)

Aggiornamenti:

Ore 14.04: Momenti di tensione sull'imbarcazione con alcuni migranti che chiedono di scendere subito dalla nave. Una mediatrice culturale è salita a bordo nel tentativo di riportare la calma;

Ore 14.10: I vigili del fuoco stanno procedendo a idratare i migranti sul ponte della nave attraverso getti di acqua nebulizzata tramite idranti; 

Ore 14.16: Il cadavere sbarcato dalla nave: si tratta di un ragazzo di 16 anni. Vi sarebbe un secondo morto a bordo ma la notizia non ha trovato ancora conferma ufficiale;

Ore 14.40: La notizia del secondo cadavere a bordo non ha trovato riscontro. Il bilancio resta di un morto;

Ore 15.00: Una donna in stato di gravidanza è stata trasportata d'urgenza in ospedale a Vibo Valentia dove sta partorendo in questi minuti; 

Ore 15.10: Le condizioni dei migranti, ad un prima ricognizione, non appaiono buone. Diversi sono i casi di turbercolosi già riscontrati mentre molte persone presentano fratture agli arti inferiori;

Ore 15.18: Centoquarantanove in tutto le donne a bordo, 15 delle quali in stato di gravidanza. Trentotto, invece, i minori, la maggior parte dei quali non accompagnati;

Ore 15.50: Una donna al sesto mese di gravidanza ha subito una minaccia di parto prematuro ed è stata presa in carico dai sanitari presenti.

 

Seguici su Facebook