Pubblicita'

Carattere

Per il segretario provinciale del sindacato Confasi: «Cambiano le ditte ma la musica è sempre la stessa»

Economia e Lavoro

«Registriamo ancora una volta l’incapacità gestionale della Dusty di rispettare gli impegni degli stipendi da dare ai lavoratori. Cambiano le ditte sulla gestione rifiuti nel nostro comune ma la musica non cambia».

È quanto sostiene in una nota il segretario provinciale Confasi Vibo Valentia Gianni Patania. «Ogni mese - prosegue il comunicato - i lavoratori stanno con il fiato sospeso perché non c’è mai la certezza che gli stipendi siano pagati nella data stabilita, idem gli straordinari, molti lavoratori hanno tante ore accumulate, ma l’azienda a oggi non ha inteso retribuire, quanto spetta ai lavoratori, tutto questo è dovuto alla mancata applicazione del contratto d’appalto tra il comune di Vibo Valentia è l’azienda giacché i lavoratori d’assumere erano settanta. Invece, nel silenzio totale di un’amministrazione comunale assente, la Dusty ha assunto dieci unità in meno facendo lavorare i lavoratori, il doppio delle ore consentite mensilmente poi mancano sulle buste paga soldi senza nessuna spiegazione».

E ancora, per Patania, «sta diventando sempre più insopportabile la situazione alla Dusty Srl. Non c’è nessuna ragione apparente per cui una società che si vanta di gestire 700 unità lavorative e quindici unità territoriali non riesca a emettere in tempi congrui le buste paga per i lavoratori. Reputiamo questo un atto grave giacché tanti sono stati i soldi dati alla Dusty per migliorare il servizio. E proprio per non cadere nell’errore degli anni precedenti chiediamo all’amministrazione comunale e al Prefetto di Vibo di intervenire per il ripristino degli accordi contrattuali per evitare il blocco del servizio mandando nuovamente la città nel caos».

In evidenza

Seguici su Facebook