Pubblicita'

Carattere

Nutrita rappresentanza dei democrat vibonesi si è mobilitata per accogliere il segretario del Partito democratico al belvedere del faro

Renzi e il suo seguito a Capo Vaticano
Politica

Accoglienza in grande stile per il segretario del partito democratico Matteo Renzi nella tappa vibonese del percorso che lo ha portato, in treno, in diverse località italiane nell’ambito del tour “Destinazione Italia”. Ad attenderlo al belvedere di Capo Vaticano, nel Comune di Ricadi (dove il segretario dem è giunto in autobus), anche il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il sindaco di Ricadi Giulia Russo, i deputati Pd Enza Bruno BossioBruno Censore e il consigliere regionale Michele Mirabello, il presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo nonché una nutrita rappresentanza del Partito democratico di Vibo Valentia, guidata dal segretario provinciale Enzo Insardà, e alcuni sindaci del Vibonese. Presente anche il segretario regionale del partito Ernesto Magorno.

Ad accogliere Renzi anche diversi cittadini e operatori turistici che hanno approfittato della circostanza per porre alla sua attenzione problematiche legate soprattutto al mondo del lavoro e dell'economia. «Da un lato c’è un pezzo di Italia che sta volando - aveva affermato poco prima Renzi nella tappa di Rosarno - e lo abbiamo visto con i referendum al Nord che chiede più autonomia, dall'altro c’è un pezzo di Italia che è in una sofferenza enorme. E' questo il senso del mio viaggio in treno: andare ad ascoltare le esigenze di chi soffre».

A Capo Vaticano, invece, Renzi ha parlato principalmente di tutela delle produzioni tipiche di bellezza dei luoghi che vanno valorizzati al meglio e dell'importanza di infrastrutture in grado di sostenere i potenziali flussi turistici argomento - ha detto - che approfondirà questa sera nell'ultima tappa della giornata insieme ad Oliverio.

In evidenza

Seguici su Facebook