martedì,Giugno 28 2022

S. Maria di Ricadi, oltre 200 studenti ripuliscono la spiaggia da plastiche e mozziconi

L’iniziativa portata avanti da Legambiente in sinergia con scuole e Comuni. I ragazzi sono stati coinvolti anche in attività di educazione ambientale

S. Maria di Ricadi, oltre 200 studenti ripuliscono la spiaggia da plastiche e mozziconi
L'iniziativa a Ricadi

Gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado di Ricadi e Spilinga hanno invaso, per un giorno, la splendida spiaggia di Santa Maria per ripulirla dai rifiuti spiaggiati e abbandonati. “Riprendiamoci la spiaggia” è stato lo slogan che ha caratterizzato l’iniziativa Legambiente, organizzata dal locale Circolo, unitamente all’Istituto comprensivo e al Comune di Ricadi. Protagonisti della giornata circa 200 alunni, accompagnati dai propri insegnanti e dalla dirigente scolastica Maria Salvia, che hanno colorato di giallo il litorale. Presenti all’iniziativa, oltre alla preside, i sindaci di Ricadi Nicola Tripodi e di Spilinga, Enzo Marasco, il capo di prima classe Vincenzo Del Rosso e il sottocapo di prima classe Giuseppe Betrò della Guardia Costiera e i volontari di Legambiente Franco Saragò, Osvaldo Giofrè, Catia Viscomi e Pino Schiariti. [Continua in basso]

L’ iniziativa è stata aperta dai volontari del Circolo di Ricadi, i quali hanno intrattenuto gli alunni con attività di educazione ambientale improntate alla tutela degli ecosistemi marini. A seguire l’intervento del Capo di p.c. Vincenzo Del Rosso che si è soffermato sulle attività svolte dalla Guardia Costiera a difesa del mare e delle coste, evidenziando i rischi per gli ecosistemi, derivanti da comportamenti scorretti. Il sindaco di Ricadi, nel portare i saluti dell’amministrazione comunale, si è rivolto ai ragazzi, intrattenendo con loro un dialogo sulle buone pratiche da adottare a difesa dell’ambiente e sulle attività realizzate in tal senso dal Comune, mentre il primo cittadino di Spilinga ha, tra l’altro, posto l’accento sulla fruizione delle spiagge da parte dei cittadini e sulla loro tutela. Ha poi sollecitato gli alunni ad azioni responsabili a difesa del mare. In rappresentanza della scuola la vice dirigente Ersilia Borgia, dopo aver ringraziato tutti i partecipanti, si è soffermata sulle attività realizzate nel corso dell’anno scolastico dall’Istituto comprensivo in ordine alla tutela ambientale e alla sensibilizzazione dei ragazzi, rimarcando la necessità di adottare comportamenti virtuosi.

Conclusa la parte didattica che ha registrato il vivo interesse dei partecipanti, i giovani alunni, accompagnati dai propri insegnanti e dai volontari di Legambiente, si sono dedicati, con l’entusiasmo che li contraddistingue, alla pulizia dell’arenile. A fare da cornice alle attività è stata la motovedetta della Guardia Costiera che ha stazionato, durante il corso della manifestazione, nelle acque antistanti. La giornata si è rivelata molto proficua ed è stata caratterizzata dall’interesse dei ragazzi e dall’attivismo della scuola che investe costantemente sulla formazione civica dei cittadini del futuro. Tanti i rifiuti raccolti, la cui tipologia non si discosta dal resto d’Italia. A prevalere è stata la plastica e i mozziconi di sigarette a testimoniare che è necessario un cambio radicale dello stile di vita di molti cittadini.

Articoli correlati

top