giovedì,Ottobre 6 2022

Capo Vaticano: al Tono estate al via con ombrelloni e sdraio abusivi sulla libera spiaggia

Si riprende con l’anarchia nel territorio di Ricadi dove, nonostante i sequestri degli scorsi anni, nulla sembra cambiato. I turisti invocano un immediato intervento della Capitaneria di Porto atteso che, fra l’altro, dopo mezzogiorno il mare puntualmente si sporca

Capo Vaticano: al Tono estate al via con ombrelloni e sdraio abusivi sulla libera spiaggia
Gli ombrelloni e le sdraio che occupano la spiaggia libera nella spiaggia del Tono (Capo Vaticano)
Gli ombrelloni al Tono sulla spiaggia libera

Estate nuova, problemi vecchi. Nel comune di Ricadi ben poco sembra essere cambiato riguardo l’occupazione abusiva delle spiagge di Capo Vaticano e dintorni. Nonostante gli interventi della Capitaneria lo scorso anno e nel 2020 – arrivati dopo numerose sollecitazioni specialmente per l’occupazione illegale nella Baia di Riaci – il “fenomeno” si ripresenta nella spiaggia del Tono. Spiaggia libera in gran parte, ma occupata abusivamente da sdraio ed ombrelloni da parte dei soliti “furbetti” che vorrebbero fittarli. La segnalazione ci arriva da un gruppo di turisti indignati, impossibilitati a poter godere della spiaggia libera in quanto occupata abusivamente. Sulle spiagge di Capo Vaticano si inizia, dunque, all’insegna dell’anarchia. «E’ una vergogna – dichiara un gruppo di turistiperché si impedisce a decine e decine di bagnanti di poter usufruire della libera spiaggia. Oppure occorre dover mettere mano al portafoglio per passare qualche ora al mare sotto ombrelloni abusivi dopo aver già profumatamente pagato benzina alle stelle e parcheggio sulle sole strisce blu, in quasi totale assenza delle strisce bianche. Quanto ci deve costare una giornata al mare»? [Continua in basso]

Il mare sporco al Tono dopo le ore 12.00

La gravità della situazione degli ombrelloni abusivi nella spiaggia del Tono (come in altre spiagge di Capo Vaticano) – a cui si aggiungono gli ombrelloni lasciati perennemente piantati in spiaggia anche di notte da alcuni incivili di turno per assicurarsi un posto in spiaggia – si commenta da sola. «Intervenga la Capitaneria di Porto a ripristinare la legalità nella spiaggia del Tono – concludono i turisti –e nell’intero comprensorio di Capo Vaticano, da Grotticelle a Santa Maria. Non è possibile ogni anno la solita storia».

Dulcis in fundo, poco dopo mezzogiorno l’acqua al Tono ha iniziato a sporcarsi ed il maestrale ha portato a riva “bollicine” non proprio invitanti (come nella foto che non rende però pienamente l’idea) che impedisce ai turisti ed ai residenti di godere del mare. Chi di dovere intervenga. Ed al più presto anche.

Articoli correlati

top