domenica,Febbraio 25 2024

Strade da incubo nel vibonese, il sindaco di Cessaniti: «S’intervenga prima che ci scappi il morto» – Video

Torna a denunciare le condizioni di pericolosità lungo le arterie Francesco Mazzeo: «San Cono e San Marco isolate, neppure l’ambulanza può transitare»

Strade da incubo nel vibonese, il sindaco di Cessaniti: «S’intervenga prima che ci scappi il morto» – Video
La strada dissestata tra Cessaniti e San Cono

«Il rischio è che ci scappi il morto». È l’ allarme lanciato dal sindaco di Cessaniti  Francesco Mazzeo che torna a denunciare le condizioni di pericolosità delle strade provinciali ridotte a vere e proprie mulattiere. Voragini e avvallamenti rendono le arterie impraticabili. Situazione critica nelle frazioni San Cono e San Marco, «territori abbandonati», conferma il primo cittadino del vibonese. «Vivere in queste frazioni è difficile», sottolinea anche l’assessore comunale al bilancio Enrico Sorrentino che si appella al presidente della provincia di Vibo Corrado L’Andolina: «In caso di necessità neppure un’ambulanza può transitare su queste strade. Bisogna intervenire urgentemente», sollecita il consigliere [Continua in basso]

«Il Comune di Cessaniti purtroppo o per fortuna – afferma il sindaco – conta circa 30 km di rete viaria di competenza provinciale. La stragrande maggioranza di queste sono ridotte a vere e proprie mulattiere. Impossibile praticarle». Da qui l’appello alle autorità competenti: «Mi rivolgo al presidente della Provincia con il quale abbiamo un’interlocuzione aperta. Ma il mio appello è anche indirizzato alla Regione Calabria e al Ministero competente affinché vengano adottati provvedimenti urgenti per la messa in sicurezza delle nostre strade». Ad aggravare la situazione le micro discariche a cielo aperto disseminate a bordo strada.

I rifiuti lungo la strada per San Cono

«Un’emergenza igienico sanitaria», denuncia il sindaco. Basta percorrere il tracciato per imbattersi in serpentoni di rifiuti di ogni genere. Vecchi elettrodomestici arrugginiti, fusti di detersivi, addirittura coperte e valigie gettate alla rinfusa a bordo strada. E poi montagne di materiali di risulta, pneumatici, cassette di plastica e wc rotti. C’è di tutto e di più lungo l’arteria che collega Briatico con le frazioni di Cessaniti, San Cono e San Marco. Uno stato di degrado e di abbandono che “autorizza” gli incivili a  gettare i rifiuti. «Se riuscissimo a rendere le strade sicure e percorribili, sono certo che argineremmo anche il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti», conclude Francesco Mazzeo.

LEGGI ANCHE: L’entroterra vibonese fra spopolamento e una viabilità che frena ogni sviluppo, il “caso” di Cessaniti

Strada Briatico-San Cono, i cittadini: «È diventata una discarica. Rifiuti anche nel torrente Murria»

Articoli correlati

top