sabato,Giugno 15 2024

Carenza idrica a Nicotera Marina, il Comune investe sull’efficientamento della condotta

Impegnati quasi 108mila euro per la ricerca e riparazione di perdite lungo la rete. Il sindaco: «Così abbattiamo anche i costi»

Carenza idrica a Nicotera Marina, il Comune investe sull’efficientamento della condotta
Il sindaco di Nicotera, Giuseppe Marasco

Ridurre la spesa e affrontare una volta per tutte (si spera) il problema della carenza idrica. Sono questi gli obiettivi che si è posta la giunta comunale di Nicotera che nei giorni scorsi ha deliberato un atto d’indirizzo ai responsabili delle aree competenti affinché si proceda all’efficientamento della rete idrica nella frazione Marina, tramite la ricerca di perdite lungo la condotta. È proprio a Nicotera Marina, infatti, che si registrano i maggiori disagi legati alla mancanza d’acqua nelle case, soprattutto d’estate. «Due anni fa – spiega il sindaco Giuseppe Marasco – abbiamo costruito un pozzo che ha attenuato il problema, ma non del tutto». E la questione è anche economica: «La fornitura di acqua potabile da parte di Sorical per la frazione Marina ci costa 400mila euro, tanto rispetto alla cifra totale relativa a tutto il comune (circa un milione di euro)». Individuare le perdite nei tubi, ormai «datati e spesso soggetti a manutenzione», permetterebbe non solo di limitare lo spreco d’acqua e i frequenti interventi sulla rete, ma anche di alleggerire la pressione sulle casse comunali. [Continua in basso]

Antonio La Malfa

«Che ci siano delle perdite è chiaro – prosegue il primo cittadino -. Da alcune analisi è risultato che in Marina in inverno vengono consumati 11 litri d’acqua al secondo, a Nicotera centro invece dove vivono molte più persone i litri sono 7. In estate poi, sempre nella frazione marina, arriviamo a picchi di 32». Da qui la necessità di intervenire, in particolare su proposta dell’assessore Antonio Francesco La Malfa. Tramite l’uso di manometri si misurerà la pressione lungo la condotta, andando ad intervenire dove verrà individuato un calo: in quei punti si sostituiranno le tubature e si rifaranno gli allacci. «In questo modo andremo anche ad individuare gli allacci abusivi», spiega Marasco.

Per i lavori la giunta ha deciso di impegnare 107.800 euro sul bilancio comunale. «Una volta terminati gli interventi, si stima che in un anno risparmieremo 150mila euro». Come verranno impiegati? «Abbiamo intenzione di proseguire con la ricerca di eventuali perdite sul resto del territorio comunale. Vogliamo eliminare del tutto il problema e una volta fatto, nel giro di qualche anno vedremo anche sgonfiarsi le bollette», conclude il sindaco.

LEGGI ANCHE: A Rombiolo l’illuminazione pubblica diventa green: risparmio energetico del 70%

Inaugurata a Santa Domenica di Ricadi la prima green station calabrese: ospiterà un ecomuseo

Articoli correlati

top