domenica,Febbraio 25 2024

Incendi devastanti a Briatico, il Comune avvia una stima ufficiale dei danni

I roghi hanno danneggiato il patrimonio boschivo e agricolo nonché messo in pericolo insediamenti civili e attività commerciali

Incendi devastanti a Briatico, il Comune avvia una stima ufficiale dei danni

Gli incendi a Briatico, registratisi nei mesi di luglio e settembre, sono stati devastanti. Hanno lasciato dietro di sé scenari lunari e delle coltivazioni, vigneti e uliveti siti nelle zone rurali, non è rimasto che cenere. Al fine di avere un quadro ricognitivo dei fabbisogni economici occorrenti per i danni connessi con l’eccezionalità degli eventi, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lidio Vallone ha dato atto d’indirizzo al responsabile dell’area tecnica di procedere al monitoraggio del territorio. Un modo per riuscire a ottenere una stima dei danni provocati dai roghi. «Il periodo estivo – si legge nella delibera di giunta – è stato caratterizzato, particolarmente nei mesi di luglio, agosto e settembre, da una eccezionale situazione meteo-climatica associata alla permanenza di valori di temperature estreme, assenza di precipitazioni e condizioni di ventosità che hanno determinato stati favorevoli all’innesco e alla propagazione degli incendi». Il proliferare dei roghi, in più angoli del comprensorio, «ha procurato danni al patrimonio boschivo, ambientale, agricolo nonché agli insediamenti civili, rurali e attività commerciali». Episodi che hanno messo in serio pericolo «la vita delle persone e compromesso il già fragile sistema economico-turistico e agricolo del territorio briaticese». In quelle drammatiche giornate, le richiese di intervento alla polizia locale, al comune, ai vigili del fuoco e ai carabinieri, si sono susseguite senza sosta. La gestione degli incendi ha richiesto uno straordinario dispiegamento di risorse umane e strumentali. A causa della situazione emergenziale collettiva nel comprensorio vibonese, tuttavia, il Comune «ha dovuto far fronte in maniera autonoma». Avere maggiori informazioni sui danni causati dagli incendi, nonché materiale documentale (foto e video) risultano indispensabili per mette in atto strategie e mezzi utili a «salvaguardare il territorio, il comparto agricolo e turistico di Briatico e supportare il più possibile la popolazione colpita da questi disastri». Una volta delineato il quadro, l’amministrazione valuterà la possibilità o meno di richiedere lo stato di emergenza.

LEGGI ANCHE: Incendi e danni nel Vibonese, il consigliere regionale Mammoliti interroga la giunta Occhiuto

Incendi nel Vibonese, Paolillo (Wwf): «Danni incalcolabili, chi paga per questi crimini?»

Incendi a Briatico, inizia la conta dei danni. Il sindaco: «Un inferno che ha distrutto ogni cosa»

top