Balneazione, l’Arpacal: «Punto non conforme a Tropea»

Ora spetta al Comune comunicare all’agenzia le misure di gestione intraprese, nonché la relativa ordinanza di divieto alla balneazione per il tratto indicato

Ora spetta al Comune comunicare all’agenzia le misure di gestione intraprese, nonché la relativa ordinanza di divieto alla balneazione per il tratto indicato

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il servizio tematico Acque del Dipartimento provinciale di Vibo Valentia dell’Arpacal ha trasmesso questa mattina ai sindaci dei comuni di Parghelia e Tropea, l’esito delle analisi delle acque di balneazione effettuato ieri, 5 settembre, che ha stabilito la non conformità rispetto ai parametri previsti dal decreto legislativo 116 del 2008, sul punto denominato “Lido La Grazia” ricadente nel comune di Tropea per sforamento della Escherichia coli pari a 2410 UFC/100 ml. (valore limite 500) ed Enterococchi intestinali a 13000 UFC/100 ml. (valore limite 200). Sono già in atto controlli suppletivi sull’area; ora spetta al Comune, come richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché la relativa ordinanza sindacale di divieto alla balneazione per il tratto indicato.

Informazione pubblicitaria