Terremoto nel Vibonese, doppia scossa registrata nelle Serre

Epicentro il territorio comunale di Brognaturo, ma avvertita in una vasta area. Non si segnalano al momento danni a cose o persone
Epicentro il territorio comunale di Brognaturo, ma avvertita in una vasta area. Non si segnalano al momento danni a cose o persone
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Due scosse di terremoto nel Vibonese, di magnitudo 3.2 e 2.4, con epicentro nel territorio comunale di Brognaturo. I due eventi sismici sono stati chiaramente avvertiti nella vicina Serra San Bruno, a Spadola, Simbario, Mongiana ed in buona parte del territorio delle Serre calabre. Non si segnalano al momenti danni a cose o persone, molte delle quali per lo spavento si sono però riversate in strada.

Tra i comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro anche i centri catanzaresi di Cardinale e Torre di Ruggiero e quelli vibonesi di Vallelonga, Pizzoni, San Nicola da Crissa. [Continua]

Informazione pubblicitaria
L’epicentro del terremoto

La magnitudo, come detto, è stata rispettivamente di 3.2 gradi, alle 21.19, e di 2.4 gradi, un minuto dopo, alle 21.20. La profondità è stata individuata a 9 chilometri dalla superficie terrestre. Secondo la scala Richter, un evento sismico di magnitudo 3.2 è classificato come terremoto “molto leggero” e descritto nel modo seguente: “Spesso avvertito, ma generalmente non causa danni”.

Magnitudo inferiore al maggiore degli eventi sismici (3.9 d’intensità) che nei giorni scorsi ha caratterizzato lo sciame verificatosi tra le province di Catanzaro e Cosenza, causando non poca apprensione nella popolazione che, in piena notte, si è riversata in strada spaventata.

Forte sequenza sismica in Calabria, gente in strada ma niente assembramenti