sabato,Maggio 8 2021

Vibo invasa dai rifiuti, l’ex sindaco Costa: «Serve soluzione immediata, si punti su Lamezia»

Il fondatore del Comitato per la difesa dell’ambiente sottolinea come la soluzione dell’Eco distretto abbia lunghi tempi di realizzazione. E al sindaco dice: «Inutile affidarsi a Sant’Antonio, il miracolo sarebbe troppo grande»

Vibo invasa dai rifiuti, l’ex sindaco Costa: «Serve soluzione immediata, si punti su Lamezia»
L'ex sindaco Elio Costa

«L’attuale situazione emergenziale che riguarda i rifiuti in città, è sintomatica di una politica poco attentaal territorio ed alle sue esigenze e sempre più rivolta al susseguirsi di slogan e atti propagandistici che come tali non sono idonei ad incidere in modo determinante sulle dinamiche ambientali e socioeconomiche della nostra comunità. Per gestire il problema dei rifiuti, serve un’attenta programmazione e l’organizzazione di un sistema efficiente partendo dalla definizione dei criteri generali per lo svolgimento di tale attività per poi passare alle funzioni di pianificazione».

Il Comitato cittadino per la difesa dell’ambiente e della legalità, attraverso il suo fondatore, l’ex sindaco Elio Costa, e il suo presidente, l’ex consigliere comunale Samantha Mercadante, prende posizione sulla grave situazione emergenziale venutasi a creare a Vibo Valentia anche in ragione delle criticità che interessano l’intero ciclo di smaltimento a livello regionale. [Continua]

Per Costa e Mercadante è proprio il Comune che «deve prodigarsi per partecipare alla redazione del piano regionale di gestione dei rifiuti definendo, tra i vari aspetti, l’organizzazione della raccolta differenziata e la gestione degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti. Ed infatti – si spiega -, sono proprio i Comuni che, ai sensi d.lgs 152/2006 art.198 detengono le funzioni operative in materia e che devono stabilire le modalità del servizio di raccolta e di trasporto, oltre che le misure di tutela igienico-sanitaria da seguire durante le varie fasi di gestione dei rifiuti».

L’impressione «è che il Comune di Vibo Valentia, abbia abdicato al suo duplice ruolo di gestione e di coordinamento con la Regione, che peraltro è del medesimo colore politico. Del resto, l’assenza di una programmazione seria e di un servizio efficiente di raccolta e trasporto dei rifiuti è sotto gli occhi di tutti, posto che si è ormai arrivati alla crisi igienico-sanitaria, in assenza peraltro delle annunciate e mai realizzate isole ecologiche e di un piano di emergenza».

Quindi l’invito al sindaco Maria Limardo «ad interpretare come da Decreto Legislativo 152/2006 il proprio ruolo in materia di gestione dei rifiuti, adoperandosi per rendere pubblico il proprio programma operativo in materia e disponendo le misure di sicurezza sotto il profilo igienico-sanitario. Peraltro – si aggiunge -, la scelta dell’Eco centro di Sant’Onofrio, a parte la resistenza che ha incontrato di una parte della popolazione, ha tempi di realizzazione piuttosto lontani, mentre la soluzione del potenziamento e dell’adeguamento dell’impianto di Lamezia Terme sembra essere ragionevolmente più vicina e potrebbe dare una soluzione sollecita del problema. È inutile ribadire che tale convenzione non comporta una rinuncia ai finanziamenti regionali, in quanto le risorse vanno ugualmente a beneficio della comunità vibonese ed è una parte soltanto al potenziamento dell’impianto di Lamezia Terme. È stato già sottolineato come le frazioni recuperate e valorizzate dall’impianto vadano a vantaggio di entrambe le comunità in termini di abbattimento della tariffa di trattamento che, come già ribadito, dovrà essere necessariamente uguale per i due Ato».

Quindi la stoccata finale: «Credo che non sia sufficiente, così come fatto dal sindaco, affidarsi a Sant’Antonio di Padova perché il miracolo sarebbe veramente eccezionale. Non è possibile vedere la nostra città ridotta a pattumiera a cielo aperto, trascurata sotto il profilo della pulizia e del verde pubblico. Non è questo che il sindaco ci aveva promesso in campagna elettorale».

Vibo e le frazioni sommerse dalla spazzatura – Video

top