A Portosalvo il “torrente della paura”: rifiuti ed incuria rischiano di farlo straripare (VIDEO)

Pericolo allagamento nella piccola frazione di Vibo Valentia. Il letto del fosso Carlizzi è colmo di pattume e detriti e l’acqua sfiora il bordo strada

Pericolo allagamento nella piccola frazione di Vibo Valentia. Il letto del fosso Carlizzi è colmo di pattume e detriti e l’acqua sfiora il bordo strada

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si chiama torrente Carlizzi. Ma quello che resta del canale in cui le acque dovrebbero scorrere senza impedimenti resta veramente poco. Lungo il letto e la sponda di questo flusso che da Vibo Valentia scende fino a Portosalvo c’è davvero di tutto. Frigoriferi, pneumatici, lastre di eternit, televisori, materiale di risulta, sterpaglie, pattume di ogni tipo. Sembra di stare in una gigantesca discarica. Qui l’incuria, la mancata pulizia e l’abbandono spropositato di rifiuti regnano sovrani.  Una bomba ecologica pronta a scoppiare. Ma quello che preoccupa di più però è questo. Detriti, sassi, fango e spazzatura hanno quasi completamente otturato le vie di sfogo. Qui tra il canale ed il ponte c’erano più di tre metri. Adesso resteranno più o meno 40 centimetri. Alla prossima forte pioggia il rischio straripamento e conseguente allagamento è altissimo.

Informazione pubblicitaria

Lo sanno bene i cittadini della piccola frazione di Vibo. Da queste parti le immagini dell’alluvione che colpi le marinate nel 2006 sono ancora intatte nella mente. La paura che possa accadere di nuovo fortissima. Ma non è tutto perché l’abbandono delle marinate vibonesi è totale. Basta spostarsi di qualche chilometro, alle spalle dell’ex cementificio per ritrovarsi davanti ad un altro luogo simbolo del degrado che ha trasformato queste zone in enormi cassonetti della spazzatura. È inutile forse aggiungere altro. Bastano le immagini.