domenica,Giugno 20 2021

Rinascita Scott, accolta la ricusazione dei giudici per Ierullo

La Corte d’Appello di Catanzaro restituisce gli atti al gup per esaminare la richiesta di rinvio a giudizio della Dda. Per il 52enne di Vallelonga era stato disposto il processo per un duplice omicidio

Rinascita Scott, accolta la ricusazione dei giudici per Ierullo
Alfredo Cracolici

La Corte d’Appello di Catanzaro ha accolto la ricusazione del gup distrettuale, Claudio Paris, presentata dagli avvocati Sergio Rotundo e Salvatore Staiano per conto di Antonio Ierullo, 52 anni, di Vallelonga, coinvolto nell’operazione Rinascita Scott. Nei suoi confronti è stata infatti dichiarata l’inefficacia del decreto che dispone il giudizio dinanzi alla Corte d’Assise di Catanzaro e si procederà quindi separatamente. Gli atti verranno quindi restituiti ad altro gup distrettuale per una nuova decisione. Era stata la Cassazione ad annullare con rinvio alla Corte d’Appello di Catanzaro per un nuovo esame sulla ricusazione del gup presentata dai difensori di Antonio Ierullo nei cui confronti lo stesso giudice Claudio Paris – questa volta nelle funzioni di gip – aveva disposto la riapertura delle indagini per l’omicidio di Alfredo Cracolici, ritenuto al vertice dell’omonimo clan di Maierato, ucciso nel febbraio del 2002.

Secondo l’accusa, mandante del fatto di sangue sarebbe stato Domenico Bonavota, 41 anni, di Sant’Onofrio, mentre Antonio Ierullo, 51 anni, di Vallelonga avrebbe fornito appoggio logistico durante le fasi propedeutiche al duplice omicidio e sarebbe stato poi l’autore materiale della sparatoria che ha cagionato la morte di Alfredo Cracolici e Giovanni Furlano contro i quali sono state esplose raffiche di fucile mitragliatore kalashnikov e colpi di fucile calibro 12, tanto da lasciare sul posto dell’agguato – in contrada Muraglie di Vallelonga – i bossoli di oltre venti colpi. A recarsi insieme a Ierullo a fare un sopralluogo a Vallelonga ci sarebbe stato anche un soggetto di Sant’Onofrio rimasto al momento ignoto.
Per i giudici della Cassazione e poi della Corte d’Appello di Catanzaro, la riapertura delle indagini ha determinato l’incompatibilità del gip con le funzioni di gup. Lo stesso gup, Claudio Paris, che aveva rinviato a giudizio Antonio Ierulllo.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott, svelato per errore il luogo riservato in cui si trova Mantella

Rinascita Scott, Andrea Mantella e l’intenzione di eliminare Giuseppe Accorinti

top