Mancata scorta per recarsi dal marito, la Scarpulla protesta in Prefettura (VIDEO)

Accompagnata dal suo legale, chiede di essere accompagnata dalle forze dell’ordine all’ospedale di Palermo dove si trova ricoverato Francesco Vinci

Accompagnata dal suo legale, chiede di essere accompagnata dalle forze dell’ordine all’ospedale di Palermo dove si trova ricoverato Francesco Vinci

Informazione pubblicitaria
Sara Scarpulla e l'avvocato De Pace
Informazione pubblicitaria

Rosaria Scarpulla, madre di Matteo Vinci, ha deciso protesta nella sede della Prefettura di Vibo Valentia contro la mancata assegnazione della scorta, necessaria – afferma – per recarsi a Palermo a trovare il marito, ricoverato nel centro “Grandi ustioni” del capoluogo siciliano dal 9 aprile scorso per via delle gravi ferite riportate a causa dell’attentato con l’autobomba costato la vita al figlio. Ad accompagnare la donna è il suo avvocato Giuseppe De Pace. Ricevuti nel tardo pomeriggio dal capo di gabinetto, la donna ed il suo avvocato sono intenzionati a non muoversi dalla Prefettura sin quando non riceveranno le risposte che chiedono in termini di scorta e sicurezza. Non è la prima volta che Rosaria Scarpulla ed il suo legale protestano in modo eclatante contro quelle che loro non ritengono misure adeguate alla situazione. La Prefettura, dal canto suo, ha sempre ribadito che il caso è stato sempre seguito con la massima attenzione disponendo idonea tutela.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Autobomba di Limbadi, Gratteri: «Esternazione di potere mafioso» (VIDEO)

Omicidio di Matteo Vinci, anche Luigi Mancuso a casa della Scarpulla

Arresti per l’autobomba di Limbadi, Rosaria Scarpulla: «Fermati i veri colpevoli» (VIDEO)