Carattere

Un violento alterco tra due persone non è per poco sfociato in tragedia. L'uomo soccorso dal 118 ne avrà per almeno 20 giorni

Cronaca

Una violenta lite si è consumata, nella mattinata di ieri, nei pressi di un bar di via Nazionale a Pizzo. Nell’alterco un 42enne del luogo, G. M., ha riportato ferite alla testa dovute ad un corpo contundente, presumibilmente il palo di un ombrellone o un bastone di legno, con il quale è stato percosso da L. B., 28 anni. Secondo quanto si è appreso, l’aggressione sarebbe scaturita dopo un’accesa discussione iniziata in un altro luogo. Successivamente l'uomo sarebbe stato intercettato dal suo aggressore su via Nazionale, quindi raggiunto e violentemente percosso riportando ferite al capo e copiose perdite di sangue. Allertati dai numerosi passanti che si sono radunati sul posto, nel luogo dell’aggressione si sono portati i carabinieri della locale Stazione, agli ordini del maresciallo Carmine Cesa, e il personale medico del 118 che ha soccorso il ferito trasportandolo in ospedale a Vibo. Dimesso dopo qualche ora, gli è stata assegnata una prognosi di 20 giorni. Nei giorni scorsi, scene simili si erano viste alla stazione di servizio “Pizzo Est” sull’autostrada A2 quando tre giovani hanno dato vita ad una violenta rissa in cui sono perfino volati degli sgabelli. Uno di loro è stato denunciato dai carabinieri.  

LEGGI ANCHE: Scene da saloon nell’area di servizio di Pizzo, una denuncia per rissa

 

In evidenza

Seguici su Facebook