Violazione della sorveglianza, assolto 48enne di Acquaro

Era stato arrestato quattro anni fa dai carabinieri della Radiomobile all’interno di un bar del paese

Era stato arrestato quattro anni fa dai carabinieri della Radiomobile all’interno di un bar del paese

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Assolto dal Tribunale monocratico di Vibo Valentia presieduto dal giudice Marina Russo, perché “il fatto non sussiste” Giuseppe Scarmozzino, 48 anni, di Acquaro, accusato di violazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. Scarmozzino era stato arrestato e posto ai domiciliari il 29 maggio del 2014 dai carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Serra San Bruno in flagranza di reato, mentre si trovava all’interno di un bar di Acquaro. Nella circostanza Scarmozzino era stato sorpreso mentre era intento a dialogare con alcuni pregiudicati del luogo, in violazione al regime della sorveglianza speciale. Il difensore dell’imputato, l’avvocato Antonio Porcelli, ed il sostituto processuale Francesco Alessandri, hanno però fatto emergere nel corso dell’udienza l’assenza di rivalutazione della pericolosità sociale dell’imputato e da qui l’assoluzione da parte del Tribunale.

Informazione pubblicitaria