domenica,Luglio 25 2021

“Cartoline” da Vibo: spazzatura nella cabina telefonica e busto di Ammirà fra le erbacce

Lo “spettacolo” indecoroso alle spalle della biblioteca comunale. A farne le spese anche la statua in bronzo del più importante poeta vibonese

“Cartoline” da Vibo: spazzatura nella cabina telefonica e busto di Ammirà fra le erbacce

Erbacce ovunque e persino sacchi dei rifiuti gettati all’interno di una cabina telefonica. Benvenuti a Vibo Valentia, fra via De Maria, via Manzoni e via Palach, alle spalle della biblioteca comunale. Una zona centralissima della città che dovrebbe essere tenuta con cura ma che invece viene lasciata nell’abbandono, in linea con altre zone. A farne le spese anche il busto bronzeo di Vincenzo Ammirà, il poeta più importante che la città abbia mai avuto (autore della Ceceide), ricoperto da erbacce ed alberi di alto fusto non potati. Persino la piazzetta che lo ospita è invasa ai lati da erbacce che hanno spaccato il cemento e l’asfalto. Tralasciando il manto stradale della zona che non è di certo dei migliori, a completare il “panorama” accanto alle erbacce che hanno superato persino la pensilina del bus, alcuni sacchi di immondizia gettati all’interno della cabina telefonica. Scene di ordinario abbandono in cui è precipitata da tempo Vibo Valentia, in barba ai buoni propositi di un’amministrazione comunale che in campagna elettorale aveva promesso ben altro e che, a distanza di tre anni, non si vede affatto.  

top