Strutture sportive abbandonate tra i rovi, è “allarme serpenti” a Paravati

La problematica si concentra in particolare nell’area del centro sportivo polivalente e del vecchio palatenda ormai in preda al degrado. I cittadini protestano ed invocano una bonifica

La problematica si concentra in particolare nell’area del centro sportivo polivalente e del vecchio palatenda ormai in preda al degrado. I cittadini protestano ed invocano una bonifica

Informazione pubblicitaria
Il Palatenda abbandonato
Informazione pubblicitaria

Allarme serpenti sul territorio comunale di Mileto. La problematica si registra in maniera più marcata nella frazione Paravati, nella zona ad alta densità abitativa che ospita il Centro sportivo polivalente. La tensostruttura persiste da anni in condizioni di abbandono e di estremo degrado, nonostante i tanti soldi spesi per realizzarla e un mutuo che ancora per decenni graverà sulle spalle della cittadinanza, ergendosi, suo malgrado, a simbolo dello sperpero di denaro pubblico e della cattiva gestione dei beni di proprietà comunale. Tra rovi, ferraglia arrugginita e brandelli di quel che rimane della copertura del palatenda, ormai i serpenti (a una prima analisi per fortuna non velenosi) si contano a decine, tant’è che molti cittadini che abitano nelle immediate vicinanze se li ritrovano, spesso, anche sul gradino d’ingresso. Una vista e un incontro non certo piacevoli, soprattutto quando nelle case vivono bimbi piccoli o, addirittura, in fasce. Inutili le segnalazioni, le lamentele e i reclami inoltrati al Comune dagli abitanti della zona, i quali oggi esasperati si rivolgono a “Il Vibonese” annunciando l’intenzione di chiedere, addirittura, aiuto alla Prefettura. La sensazione, al di là di tutto, è che ci sia più che mai bisogno di un’azione di bonifica su tutto il territorio comunale, visto che dove non imperversano i rettili a farla da padroni sono i topi e le specie più variegate di insetti. Partendo, però, dall’ordinario, dal taglio dell’erba o, magari, dallo spazzamento delle strade. Un’attività, quest’ultima, quasi del tutto assente sul territorio comunale, nonostante gli obblighi contrattuali imposti alla ditta preposta al prelievo della spazzatura.

Informazione pubblicitaria