Carattere

Nel prestigioso istituto spazi didattici all’avanguardia convivono con un intero piano abbandonato perché privo di una seconda scala antincendio

Cronaca

La prossima settimana la campanella suonerà anche per i 400 studenti iscritti al Liceo Classico "Michele Morelli" di Vibo nonostante manchi parte della documentazione che attesti la sicurezza dell’edificio. Un malcostume che sembra essere diventato ordinario in Calabria. In provincia di Vibo Valentia, poi, appena l’1,6 % delle scuole è totalmente in regola. Nonostante la solerzia dei dirigenti scolastici, le certificazioni dagli enti preposti tardano ad arrivare. E anche gli interventi urgenti sulla struttura sembrano non partire quasi mai in tempo utile ma spesso a ridosso dell’inizio delle lezioni. Come è accaduto proprio al Liceo Morelli costretto a vivere un paradosso: se da un lato è dotato di palestra e laboratori ultramoderni costruiti con fondi europei, dall'altra deve fare i conti con un intero piano sottochiave, lasciato in malora perché sprovvisto di una seconda scala di sicurezza. Tutto questo mentre la ditta chiamata dalla Provincia si affretta a sistemare i soffitti alla meno peggio a pochi giorni dall’inizio della scuola.

«Mi consolo con il fatto che molto probabilmente tutte le scuole di Vibo sono cosi» dice una studentessa dell’ultimo anno, orgogliosa di frequentare un istituto che garantisce una formazione d’eccellenza quanto rassegnata al fatto che per questioni istituzionali poco si possa fare per rendere tutta la struttura omogenea. A preoccupare il dirigente scolastico Raffaele Suppa è soprattutto l’incolumità dei ragazzi. Nonostante i solleciti alla Provincia manca la documentazione relativa alla conformità dell'edificio dal punto di vista sismico, per quel che riguarda gli impianti antincendio ed elettrico e manca pure il certificato di agibilità. «Non possiamo dire oggi che abbiamo un contesto scolastico sicuro al cento per cento. Molti interventi li facciamo noi sostituendoci al potere e all'autorità dell'ente locale» spiega il dirigente. Ne è un esempio il bagno disabili realizzato a spese dell’istituto per permettere ad una ragazza neo iscritta di frequentare regolarmente l'anno a partire da lunedì.

Negli anni le inascoltate richieste d’intervento alla Provincia si sprecano. L’Ente si fa scudo con lo stato di dissesto. Nel 2013 la Provincia di Vibo Valentia aveva previsto per i 33 istituti superiori presenti nel territorio ingenti fondi destinati all'edilizia scolastica (circa 22 milioni di euro). Tra questi quelli che sarebbero serviti alla sede del Liceo Classico Morelli per l'adeguamento antincendio (250mila euro), la manutenzione straordinaria (circa 350mila euro) e l'adeguamento dell'impianto elettrico (290mila euro). Promesse disattese. La situazione rimane critica e un nuovo anno scolastico sta per cominciare…

Seguici su Facebook