Carattere

S’insedia l’avvocato Giuseppina Falcone. Sarà lei ad occuparsi della riscossione delle tariffe dovute alla Regione

Comune di Briatico
Cronaca

La Regione aveva annunciato il pugno duro e così è stato. Si è insediato ieri mattina, a Briatico, il commissario ad acta per il recupero coattivo della tariffa conferimento rifiuti. L’avvocato Giuseppina Falcone, in sintesi, si occuperà delle inadempienze da parte dei residenti con riferimento agli anni 2013, 2014, 2015 e 2016. Un atto fortemente voluto dal presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio che, nel cuore dell’estate, aveva assunto 18 importanti provvedimenti per il “commissariamento” da parte dell’ente di altrettanti comuni calabresi insolventi. Nell’elenco figuravano due cittadine del Vibonese, Briatico e San Gregorio d’Ippona. La decisione del governatore Oliverio era dettata dalla necessità di riscuotere con puntualità le tariffe per far fronte alle spese necessarie per il pagamento dei concessionari/gestori dei diversi servizi afferenti la gestione del sistema dei rifiuti. Un  aumento dei debiti, come specificato all’interno del provvedimento del presidente, avrebbe provocato inevitabili criticità e disservizi.

Il primo incontro si è svolto all'interno dell'ufficio del segretario comunale Elisabetta Bilotta, alla presenza anche del commissario straordinario Francesco Mauceri (Il Comune è amministrato da tre commissari, oltre il sopracitato anche Leonardo La Vigna e Teresa Pace). In questa circostanza è stata valutata l'esigenza di un secondo confronto con i responsabili dell'area finanzaria-tributi, Angelo Grande e dell'area tecnica, l’architetto Giuseppe De Caria per prendere completa visione della documentazione relativa alla situazione attuale delle Casse dell'ente.

 

Leggi anche: Rifiuti e deposito a Briatico: “pugno duro” dei commissari per i non residenti

Rifiuti, la Regione commissaria i Comuni inadempienti: due sono nel Vibonese

Seguici su Facebook