Carattere

I giudici amministrativi del Lazio hanno bisogno di tutti gli atti integrali per decidere sui ricorsi degli amministratori contro gli scioglimenti

Cronaca

La prima sezione del Tar del Lazio con tre distinte ordinanze, identiche nel contenuto, ha disposto l'acquisizione dal Ministero dell’Interno di tutti gli atti che hanno portato agli scioglimenti per infiltrazioni mafiose degli organi elettivi dei Comuni di Briatico, Limbadi e San Gregorio d’Ippona. Fra gli atti da acquisire, i decreti di scioglimento del Presidente della Repubblica, le deliberazioni adottate dal Consiglio dei Ministri, le relazioni del prefetto di Vibo Valentia e del Ministero dell’Interno e infine le relazioni delle Commissioni di accesso agli atti. Tutti atti necessari per il Tar per poter decidere in ordine ai ricorsi presentati dall’ex sindaco Andrea Niglia (assistito dall’avvocato Antonello Fuscà) per quanto riguarda il Comune di Briatico, dall’ex sindaco Giuseppe Morello e dagli ex amministratori (fra ex assessori ed ex consiglieri comunali) Faustino Antonio Galasso, Giacomo Legname, Rosanna Solano, Costantino Luzza, Federico De Paoli e Domenica Gurzì, per il Comune di Limbadi, tutti assistiti dall'avvocato Oreste Morcavallo, e dall’ex sindaco Michele Pannia (assistito dall’avvocato Oreste Morcavallo) per il Comune di San Gregorio d’Ippona. I ricorsi sono stati presentati contro la Presidenza della Repubblica, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Prefettura di Vibo Valentia ed il Ministero dell'Interno, tutti difesi dall’Avvocatura generale dello Stato. Il Ministero dell’Interno avrà ora 60 giorni di tempo per depositare al Tar le relazioni integrali degli atti che hanno portato agli scioglimenti per infiltrazioni mafiose. Il ricorso per il Comune di Briatico verrà discusso nel merito l’8 maggio 2019, quello del Comune di Limbadi il 17 aprile 2019, mentre quello di San Gregorio d’Ippona verrà discusso il 19 giugno 2019. Nei tre Comuni del Vibonese sono attualmente insediate delle terne commissariali nominate dalla Prefettura di Vibo Valentia per la gestione degli enti e con poteri sostitutivi a quelli delle Giunte comunali e dei disciolti Consigli comunali.   LEGGI ANCHE: L’INCHIESTA | ‘Ndrangheta ed enti locali: ecco cosa troverà il prefetto Giuseppe Gualtieri

Comune di Briatico commissariato per infiltrazioni mafiose: ecco i motivi

Comune di Limbadi e infiltrazioni mafiose: ecco i motivi del commissariamento

Comune di San Gregorio d’Ippona: i motivi del commissariamento per mafia

Comune Briatico: tre ex amministratori dichiarati incandidabili

 

Seguici su Facebook