Tentato omicidio di figlia e nuora, dai domiciliari all’obbligo di dimora

Un mese fa ha accoltellato le due donne nel Vibonese venendo immobilizzato dai carabinieri

Un mese fa ha accoltellato le due donne nel Vibonese venendo immobilizzato dai carabinieri

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Passa dai domiciliari all’obbligo di dimora Francesco Taccone, 86 anni, arrestato il 17 agosto scorso con l’accusa di aver accoltellatoa Francica la figlia di 65 anni e la nuora di 42 anni. Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Graziamaria Monaco, ha infatti accolto un’istanza dell’avvocato Luigi La Scala riconoscendo l’attenuazione delle esigenze cautelari. Ad intervenire sul posto nell’agosto scorso erano stati i carabinieri che dopo aver immobilizzato l’anziano, hanno soccorso le due donne. All’origine dell’accoltellamento, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri della Compagnia di Vibo e da quelli della Stazione di Francica, vi sarebbero state vecchie questioni familiari che si trascinavano da tempo. L’aggressione è avvenuta nella casa in cui si trovavano le due donne. La 65enne, residente a Milano, si trovava a Francica in vacanza. L’accusa contestata a Francesco Taccone è quella di tentato omicidio. 

Informazione pubblicitaria