Classe trasferita da Pannaconi a Cessaniti, la soluzione in una pluriclasse

Trovata la maniera per evitare l’accorpamento con la sezione del comune capoluogo ed il trasferimento dei ragazzi che aveva suscitato una ferma levata di scudi

Trovata la maniera per evitare l’accorpamento con la sezione del comune capoluogo ed il trasferimento dei ragazzi che aveva suscitato una ferma levata di scudi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si conclude positivamente la vicenda del trasferimento della classe seconda della scuola media da Pannaconi a Cessaniti. Dopo le proteste che avevano caratterizzato l’avvio dell’anno si è giunti ad un compromesso per evitare l’accorpamento delle sezioni: la formazione di una pluriclasse. A darne comunicazione il sindaco Francesco Mazzeo: «Tutto bene quel che finisce ben. Dopo una settimana di incontri e riunioni finalmente gli studenti della seconda media, domani, potranno iniziare l’ anno scolastico nel plesso di Pannaconi».

Informazione pubblicitaria

Il risultato è frutto di un confronto collegiale e sinergico tra l’Ufficio scolastico provinciale nella persona del direttore Maurizio Piscitelli, il dirigente scolastico Licia Bevilacqua, il Comune rappresentato dal primo cittadino Mazzeo e dalla Parrocchia di Pannaconi, con il parroco don Felice Palamara. Fondamentale, la disponibilità al dialogo da parte delle famiglie. La seconda media si unirà alla prima, con orari di compresenza  e orari distinti, a seconda delle attività formative da espletare. Evitati così i problemi del trasporto scolastico degli alunni e quelli legati all’acquisto dei testi (alcuni dei quali diversi da sezione a sezione).

«Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto perché è orientato alla salvaguardia delle esigenze degli studenti e delle necessità delle famiglie che non saranno costrette a subire ulteriori aggravi economici» ha aggiunto Mazzeo nel ringraziare stampa e quanti hanno lavorato per il mantenimento della classe a Pannaconi. Un risultato di squadra reso possibile anche grazie alla preside Bevilacqua «che ha condiviso questo percorso dimostrando, oltre alle indiscusse qualità lavorative, anche un’attenzione particolare alla vicenda meritevole del massimo riconoscimento».

LEGGI ANCHE: Scuola media chiusa a Pannaconi, i genitori si mobilitano (VIDEO)