Incendio capannone con eternit a San Gregorio, ordinata la bonifica

Nel rogo morti anche alcuni suini. Ordinanza della commissione straordinaria trasmessa ai carabinieri per la vigilanza

Nel rogo morti anche alcuni suini. Ordinanza della commissione straordinaria trasmessa ai carabinieri per la vigilanza

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Dovrà essere bonificata l’intera area interessata il 3 settembre scorso da un vasto incendio scoppiato in un capannone agricolo in via delle Industrie a San Gregorio d’Ippona. E’ quanto deciso con un’apposita ordinanza dalla Commissione straordinaria (che gestisce l’ente dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose degli organi elettivi dell’ente) che ha ordinato alla proprietaria di voler provvedere immediatamente, e non oltre trenta giorni, all’affidamento di un incarico ad una ditta specializzata ed abilitata affinchè la stessa esprima valutazioni sulla natura dei materiali e degli interventi di bonifica e manutenzione. Il 3 settembre  l’incendio nel capannone aveva causato la morte di alcuni suini – trovati carbonizzati dai vigili del fuoco del comando provinciale di Vibo – e la distruzione di 200 balle di fieno. Il 13 settembre, quindi, l’Asp di Vibo attraverso il servizio veterinario ha effettuato un sopralluogo riscontrando che le carcasse dei suini erano state rimosse, ma che – a tutela della salute pubblica – era necessario procedere alla bonifica dei manufatti in amianto ed eternit tramite una ditta abilitata. Da qui l’ordinanza della terna commissariale che è stata trasmessa per la vigilanza anche all’Asp di Vibo ed ai carabinieri della locale Stazione. 

Informazione pubblicitaria