Carattere

Al contempo il Tribunale ha disposto la revoca dei domiciliari per la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

Cronaca

Il Tribunale di Vibo Valentia, all’esito del giudizio direttissimo nei confronti di Raffaele Pardea, difeso dagli avvocati Francesco Sabatino e Laura Graziano, ha convalidato l’arresto disponendo la liberazione del 58enne (finito agli arresti domiciliari) e l’applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la firma. Raffaele Pardea, di Vibo Valentia, era stato arrestato dai carabinieri con la contestazione di aver violato la misura di prevenzione della sorveglianza speciale una decina di volte, accompagnandosi e frequentando pregiudicati. Raffaele Pardea è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione alla pena di tre anni e 6 mesi insieme a Luciano Macrì, 49 anni, di Vibo Marina. I due sono stati ritenuti responsabili del danneggiamento aggravato dai colpi di pistola all’indirizzo della vetrata della pizzeria “Pedro” sita sul corso di Vibo Marina.   LEGGI ANCHE: Spari contro una pizzeria a Vibo Marina, due condanne in Cassazione

 

 

Seguici su Facebook