Carattere

I carabinieri di Sant’Onofrio insospettiti dal nervosismo dei due hanno perquisito a fondo la vettura rinvenendo lo stupefacente sotto i sedili

Cronaca

I carabinieri della Stazione di Sant’Onofrio, durante le operazioni di controllo alla circolazione stradale, hanno fermato nella serata di ieri una vettura con a bordo una giovane coppia di sposi. Il controllo, apparentemente di ordinaria amministrazione, ha fatto tuttavia emergere da subito delle anomalie. Entrambi, infatti, apparivano molto agitati ed insofferenti alle domande dei militari che li stavano controllando. Insospettiti, i carabinieri di Sant’Onofrio, agli ordini del maresciallo Domenico Fazzari, decidevano quindi di estendere il controllo non soltanto all’abitacolo della vettura ma anche alla coppia che lo occupava rinvenendo oltre 70 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana occultati proprio sotto i sedili del veicolo. Non solo, all’interno del mezzo veniva rinvenuto anche del materiale per la frantumazione del panetto di hashish ed il relativo confezionamento in dosi. Entrambi i ragazzi D. G. A., 32 anni, e la moglie F. S., 29 anni, sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio presso la loro abitazione nel Cosentino per essere poi tradotti nel pomeriggio nuovamente a Vibo Valentia per l’udienza di convalida ed eventuale rito direttissimo. Comparsi dinanzi al giudice del Tribunale di Vibo Valentia, gli arresti a loro carico sono stati convalidati. Al contempo il giudice ha disposto la revoca degli arresti domiciliari e, quale misura cautelare, ha deciso per l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nel comune di residenza per tre volte a settimana in attesa dell'inizio del processo.

 

Seguici su Facebook