Bisca clandestina a Tropea, assolti tutti gli imputati

Dovevano rispondere anche di favoreggiamento della violazione della sorveglianza speciale

Dovevano rispondere anche di favoreggiamento della violazione della sorveglianza speciale

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Tutti assolti perché il fatto non sussiste. Questo il verdetto del Tribunale monocratico di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Violetta Romano, nei confronti di otto imputati sorpresi dai carabinieri nel gennaio del 2015 in una bisca clandestina a Tropea, in viale Tondo. Le assoluzioni interessano: Francesco Carone, 40 anni, che all’epoca arrestato per violazione della sorveglianza speciale; Gerardo Accorinti, 34 anni, Giuseppe Accorinti, 38 anni, Antonio Mandaglio, 41 anni, Raffaele Euticchio, 34 anni, Massimo Scrugli, 62 anni, Antonio Andeloro, 38 anni, Salvatore Scrugli, 43 anni, gli ultimi tutti accusati di favoreggiamento della violazione della sorveglianza speciale a carico di Carone. Per tutti era anche scattata la denuncia per gioco d’azzardo. Il pm aveva chiesto per gli imputati (difesi dall’avvocato Sandro D’Agostino) 8 mesi di reclusione a testa. Euticchio era difeso dall’avvocato Michele Accorinti.

Informazione pubblicitaria