Aggredisce coppia e carabinieri ed evade dai domiciliari: 20enne arrestato due volte in 12 ore

Il giovane di nazionalità nigeriana si è scagliato contro una ragazza incinta e il suo compagno, nonché contro i militari intervenuti in un Centro d’accoglienza di San Gregorio, per poi non farsi trovare in casa al momento della traduzione in Tribunale 

Il giovane di nazionalità nigeriana si è scagliato contro una ragazza incinta e il suo compagno, nonché contro i militari intervenuti in un Centro d’accoglienza di San Gregorio, per poi non farsi trovare in casa al momento della traduzione in Tribunale 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia sono stati chiamati ad intervenire, a San Gregorio d’Ippona, al Centro d’accoglienza dove era in corso una violenta lite tra migranti. Giunti sul posto, gli equipaggi hanno messo al sicuro una coppia di giovani immigrati oggetto di aggressione da parte di un 20enne nigeriano, Murphy Wisdom. La donna, in stato interessante, è stata immediatamente trasportata in ospedale per essere sottoposta a controlli. Nel momento in cui i carabinieri hanno tentato di identificare l’aggressore, e capire quali fossero le cause scatenanti del comportamento, due militari sono stati a loro volta aggrediti riuscendo poco dopo – con non poche difficoltà e con l’intervento del personale chiamato in supporto – ad immobilizzarlo ed a trarlo in arresto accompagnandolo a casa ove è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo con le accuse di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Alle 8 di oggi tuttavia, al momento dell’arrivo dell’equipaggio per la traduzione in Tribunale, il 20enne non si è fatto trovare in casa e la sua bicicletta era sparita andando in tal modo ad incorrere nell’ulteriore reato di “evasione”. Le ricerche – durate alcune ore – hanno alla fine consentito di trarre nuovamente in arresto lo straniero che è stato immediatamente messo a disposizione dell’autorità giudiziaria per la celebrazione a suo carico del rito direttissimo.

Informazione pubblicitaria