Intervento da oltre due milioni di euro per il cimitero di Pizzo

In vendita loculi e cappelle. Lavori previsti in primavera anche per la messa in sicurezza del pendio 

In vendita loculi e cappelle. Lavori previsti in primavera anche per la messa in sicurezza del pendio 

Informazione pubblicitaria
Il progetto del nuovo cimitero di Pizzo
Informazione pubblicitaria

E’ iniziata a Pizzo la pubblicizzazione e la relativa vendita dei loculi che saranno costruiti attraverso l’ampliamento del nuovo cimitero, che si realizzerà nella parte bassa (lato mare) di quello esistente. L’iniziativa dell’amministrazione si basa su un project financing di circa due milioni e 250mila euro, finanziato e realizzato da un’associazione temporanea di imprese (Ati), che si occuperà anche della vendita delle nuove cappelle, monumenti e loculi, sulla base di un listino concordato con il Comune ed in linea con i prezzi di mercato esistenti a Pizzo già in passato, che resteranno bloccati per i prossimi dieci anni. L’iniziativa, seguita dal vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Maria Pascale, entra ora nella fase operativa grazie all’approvazione del progetto definitivo avvenuto in Giunta a seguito dell’ottenimento dei pareri necessari dalla Regione Calabria e dall’Autorità di Bacino. I lavori non riguarderanno solo l’ampliamento del cimitero comunale, ma anche la riqualificazione e l’ammodernamento di quello esistente. Il progetto, infatti, è molto articolato e prevede innanzitutto la messa in sicurezza del pendio adiacente al cimitero, su cui sarà realizzato l’ampliamento, attraverso l’istallazione di micropali. Qui verranno realizzati 560 nuovi loculi, 8 cappelle gentilizie e 48 edicole funerarie, con le relative opere di urbanizzazione (rete elettrica, idrica e fognaria). Con riguardo invece al nucleo cimiteriale già esistente, è previsto il rifacimento dei bagni, la posa della nuova pavimentazione, l’eliminazione barriere architettoniche, la sistemazione del verde e l’ammodernamento dell’arredo urbano. I lavori, secondo il ruolino di marcia previsto inizieranno in primavera ma i cittadini possono già fare richiesta di acquisto contattando il referente a Pizzo dell’Ati (Roberto Paraguai), oppure recandosi in Comune allo sportello del contribuente nei giorni di ricevimento. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Gianluca Callipo, che ha sottolineato come “l’eccessiva burocrazia che accompagna interventi come questo spesso necessità di molto tempo prima che si possa avviare un’opera pubblica così complessa. Finalmente, però, abbiamo ottenuto i pareri ed abbiamo potuto approvare il progetto definitivo. Ora, insieme al vicesindaco Pascale ed al consigliere delegato Antonio Gaglioti, vigileremo affinché i lavori inizino entro la primavera e venga rispettato il cronoprogramma fissato”. 

Informazione pubblicitaria