Lavoro nero a Monterosso e Mileto, sanzioni da Carabinieri e Finanza

Multe per complessivi trentamila euro. Quattro i lavoratori irregolari scoperti in un ristorante ed un’impresa di tessuti. Irregolarità anche sanitarie

Multe per complessivi trentamila euro. Quattro i lavoratori irregolari scoperti in un ristorante ed un’impresa di tessuti. Irregolarità anche sanitarie

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Proseguono incessanti i servizi di monitoraggio alle attività commerciali finalizzate al contrasto del “lavoro nero” nel Vibonese. I carabinieri delle Compagnie di Vibo Valentia e Serra San Bruno, unitamente ai colleghi del Comando provinciale della Guardia di Finanza, coadiuvati dal personale altamente specializzato del “Nucleo Ispettorato del Lavoro” e del Nucleo Anti Sofisticazione” dell’Arma, hanno individuato quattro dipendenti in nero. Elevate poi 30mila euro di sanzioni amministrative per varie mancanze fra cui quella relativa ai requisiti igienico sanitari, l’omessa  istallazione delle apparecchiature per l’emissione delle ricevute fiscali; l’omissione di registrazione di personale dipendente. Per tutte le aziende controllate è anche scattata la sospensione delle attività con relativa chiusura in attesa di regolarizzazione delle carenze igieniche e amministrative riscontrate. Teatro delle operazioni i comuni di Monterosso Calabro e Mileto dove al setaccio degli investigatori sono passati un ristorante della zona ed un’impresa di tessuti. L’operazione, ancora in fase iniziale, proseguirà al fine di incentivare tutte le imprese del territorio a rispettare le leggi in materia di lavoro nonché al fine di garantire la sicurezza degli avventori. 

Informazione pubblicitaria