Carattere

L'ente morale, a poche ore dalla firma dell'editto da parte del vescovo, invita i fedeli a prendere parte alla funzione religiosa del 6 aprile

Natuzza Evolo e il vescovo Luigi Renzo
Cronaca

A poche ore della firma dell’editto con cui il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea monsignor Luigi Renzo dà il via al processo di beatificazione di Natuzza Evolo, arrivano le prime reazioni da parte della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”, voluta dalla mistica di Paravati per la realizzazione della Villa della Gioia. L’ente morale, al riguardo esprime «grande soddisfazione» per l’ormai imminente, prossima apertura della causa di beatificazione della donna morta il primo novembre del 2009. «Questo avvio - dichiara la Fondazione - segna una fase importante per la Chiesa diocesana e in prospettiva per la Chiesa Universale per conoscere sostanzialmente le opere e le virtù dell’umile donna calabrese. Mamma Natuzza è stata depositaria del “germoglio” che il Signore e il Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime hanno voluto piantare a Paravati, spendendo la propria vita al servizio dei fratelli e per il bene fondamentale delle anime. La sua esistenza è stata un fiorire di doni elargiti dal Cielo, affinché tutti potessero gustare la gioia dell’incontro con il Signore». 

A conferma di ciò l’ente morale ricorda alcune parole espresse dalla mistica con le stigmate nel suo testamento spirituale. «Ho avuto sempre fiducia nel Signore e nella Madonna - ripeteva Mamma Natuzza - da loro ho ricevuto la forza di dare un sorriso o una parola di conforto a chi soffre, a chi è venuto a trovarmi e a posare il proprio fardello, che ho presentato sempre alla Madonna, che dispensa grazie a tutti quelli che hanno bisogno. Ho imparato anche che è necessario pregare, con semplicità, umiltà e carità, presentando a Dio, che è ricco di misericordia, le necessità di tutti, vivi e morti. Datevi con amore, con gioia, con carità e affetto per amore degli altri. Operate con opere di misericordia». L’enunciato si conclude ribadendo «che la Fondazione gioisce di questo primo passo» e invitando tutti «a partecipare, sabato 6 aprile 2019 alle ore 17 presso la Basilica Cattedrale di Mileto, alla funzione che sancirà ufficialmente l’apertura della causa di Beatificazione della nostra amata mamma Natuzza».

Seguici su Facebook