Carattere

Sono quattro quelli ritrovati morti nelle contrade del paese in appena cinque giorni

Uno dei cani avvelenati a Sant'Onofrio
Cronaca

Quattro cani avvelenati in appena cinque giorni. L’amaro bilancio è dell’amministrazione di Sant’Onofrio che denuncia come personale comunale abbia ritrovato per le vie del paese quattro bestiole morte quasi certamente per avvelenamento. In una nota stampa viene fatto riferimento ad «esche a forma di polpette e di altri impasti, letali per gli animali che ingerendo il mix mortale si vedono agonizzanti ai bordi delle strade rurali del paese». «Episodi gravi», riferisce il sindaco Onofrio Maragò che invita tutta la cittadinanza a prestare attenzione ed avvisare le autorità se si nota qualcosa di sospetto. «L’amministrazione tutta - prosegue la nota - condanna fermamente questi episodi, al quanto sgradevoli, crudeli e brutali. Non è così che si allontana il randagismo. A tal proposito, proprio giorni fa, è stata rimodulata la convenzione per il mantenimento dei cani abbandonati con il Mondo di Pluto». Il nuovo accordo, recentemente stipulato, aumenta da 10 a 25 cani, perciò l’amministrazione «rimane vicina al problema del randagismo, e si fa garante, per il mantenimento del servizio, aumentando l’impegno di 15 unità in più rispetto alla vecchia convenzione».

LEGGI ANCHE: Cani avvelenati, a Filadelfia e dintorni è strage di cuccioli

L’odissea passata dai volontari dell’Enpa per salvare due cani - Foto

Carcasse di cani rinvenute nelle Serre, ordinata la termodistruzione

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook