Sant’Onofrio, 350mila euro per l’illuminazione pubblica: affidati i lavori

Prevista la totale sostituzione di tutte le armature dei lampioni con nuovi sistemi a led, l’ammodernamento e l’installazione di nuovi impianti

Prevista la totale sostituzione di tutte le armature dei lampioni con nuovi sistemi a led, l’ammodernamento e l’installazione di nuovi impianti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Comune di Sant’Onofrio ha portato a termine la gara per l’affidamento dei lavori di efficientamento della rete di pubblica illuminazione. Gli investimenti previsti pari a circa 350mila euro sono cofinanziati da un contributo di 150mila euro del Por Calabria, mentre per la copertura della restante parte si provvederà con un canone annuale, comprensivo anche della manutenzione ordinaria del sistema di pubblica illuminazione e la garanzia di mantenimento del grado di efficientamento e di aderenza alle normative in termini di sicurezza per quindici anni. Completate le procedure di assegnazione dei lavori alla ditta aggiudicataria, potranno partire i lavori con due obiettivi complementari: migliorare gli impianti di illuminazione pubblica in termini di sicurezza elettrica, adeguandoli qualora fosse necessario alla normativa vigente; e ottenere un consistente risparmio energetico. Una operazione, che vedrà la totale sostituzione di tutte le armature dei lampioni con nuovi sistemi di illuminazione a led, l’ammodernamento di molte linee esistenti, ma anche l’estensione di alcune linee con il posizionamento di nuovi lampioni in più, laddove si richieda, per coprire l’intero territorio e adeguarsi alla vigente normativa. 

Informazione pubblicitaria

Fin dal gennaio 2017 il Comune di Sant’Onofrio approdando al mercato libero ha ridotto sensibilmente i costi di energia elettrica e improntato i propri acquisti verso energia elettrica green, cioè proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili. «Siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato – dichiara il sindaco Onofrio Maragò – che si va ad inquadrare in un’azione più ampia di riqualificazione ambientale e di miglioramento dei servizi comunali, collegata con la riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici pubblici, degli impianti sportivi e il più ambizioso rifacimento della rete idrica e fognaria».