Armi e munizioni nel Vibonese, un arresto e una denuncia – Video

Una vera e propria Santabarbara scoperta dei carabinieri al termine di una perquisizione in un capannone una cui parete era stata divenuta una sorta di poligono 

Una vera e propria Santabarbara scoperta dei carabinieri al termine di una perquisizione in un capannone una cui parete era stata divenuta una sorta di poligono 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, in collaborazione con i Cacciatori Calabria e il Nucleo Cinofili, al termine di una serie di controlli del territorio hanno scoperto una vera e propria “santabarbara” all’interno di un capannone ubicato a Mileto. Per detenzione illegale di armi e munizionamento da guerra è stato arrestato il 51enne Saverio Corigliano, mentre il figlio Raffaele è stato denunciato solo per la detenzione di alcune munizioni. Il capannone è stato trovato dai carabinieri con le pareti bucate dai colpi d’arma da fuoco, usate quindi quali poligono di tiro. In totale sono state trovate 213 munizioni di vario calibro per fucile e pistola, tre pistole semiautomatiche, di cui una con matricola abrasa, una pistola revolver, una balestra, due coltelli di genere vietato, un fucile semiautomatico, un moschetto con matricola abrasa e tre carabine ad aria compressa. Armi e munizioni sono state poste sotto sequestro. LEGGI ANCHEArmi e munizioni nascoste in cantina, un arresto a Vibo – Video

Informazione pubblicitaria