domenica,Gennaio 23 2022

Rinascita Scott, il procuratore Nicola Gratteri: «L’impalcatura accusatoria ha retto» -Video

La video intervista rilasciata a margine della sentenza del filone abbreviato del maxi processo

Rinascita Scott, il procuratore Nicola Gratteri: «L’impalcatura accusatoria ha retto» -Video

Soddisfatto della sentenza pronunciata nell’aula bunker di Lamezia Terme dal gup distrettuale di Catanzaro Claudio Paris, il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri che, a margine della lettura del dispositivo, ha ribadito come il costrutto accusatorio, specie per i principali imputati, abbia retto in pieno e senza alcun cedimento. «E’ una sentenza importante, 91 imputati, 70 presunti innocenti condannati, due prescritti e 19 assolti. Aspetteremo le motivazioni della sentenza che leggeremo con attenzione per capire se qualche assoluzione potrà essere rivista o potremo proporre appello. Il dispositivo di questa sera dimostra pienamente il corpo del capo d’imputazione. Il lavoro della Procura viene confermato alla grande – ha affermato Gratteri – soprattutto perché molte delle 19 assoluzioni sono posizioni marginali e di minor rilievo. La struttura associativa ha retto completamente. Questa sentenza è una base importante e si chiederà venga acquisita come documento nel processo che si sta celebrando con rito ordinario. Andiamo avanti con il nostro lavoro, con serenità, con tranquillità e con la fermezza che serve per un processo così importante.
La riforma Cartabia a me non lega niente e non cuce nessuna bocca visto che sono qui a parlare con i giornalisti. Io non sono una persona che ha timore di niente e di nessuno, dico sempre quello che penso e se non posso dire la verità è perché non la posso dimostrare, non ho nessun problema. Continueremo a parlare ed a spiegare all’opinione pubblica che ne ha diritto. Ancora in Italia non è stato vietato il diritto di informazione e della stampa. L’unica cosa che mi dispiace è che ho visto la categoria dei giornalisti, i Consigli dell’Ordine dei giornalisti, sia a livello nazionale che a livello locale e regionale, molto timidi nella protesta. Quasi che ai giornalisti vanno bene queste direttive per fare il loro lavoro. Mi ha meravigliato non poco questo atteggiamento timido dei rappresentanti dei giornalisti». Ecco la video-intervista integrale.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott: ecco la sentenza per il processo celebrato con rito abbreviato – Video

Articoli correlati

top