Sette lavoratori in nero scoperti dalla Finanza nel Vibonese

Sequestrata anche un’auto con targa straniera a Tropea, fermata sul lungomare

Sequestrata anche un’auto con targa straniera a Tropea, fermata sul lungomare

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Numerose irregolarità in materia di lavoro sommerso sono emerse a seguito di alcuni controlli della Guardia di finanza di Vibo Valentia. In particolare sono stati scoperti sette lavoratori in nero, mentre da altri controlli su strada hanno permesso di intercettare sul lungomare di Tropea un’autovettura recante targa tedesca, ma condotta da un cittadino italiano. L’auto è stata sequestrata ed al trasgressore è stata comminata una sanzione di 712 euro. 

Informazione pubblicitaria

Lo scopo della nuova normativa, entrata in vigore con il c.d. “Decreto Sicurezza”, non è solo di natura economico-fiscale in quanto la localizzazione dell’autovettura in altro Paese consente di sfruttare regimi fiscali o condizioni economiche più vantaggiose, ma anche quello di impedire la circolazione di mezzi che rendono difficile, se non in alcuni casi impossibile, l’identificazione compiuta del proprietario, soprattutto quando tali veicoli vengono utilizzati per commettere violazioni amministrative o addirittura reati.