Maria Chindamo: manifestazione a Limbadi a tre anni dalla scomparsa – Video

Corteo per tenere accesi i riflettori sul caso dell'imprenditrice di Laureana di Borrello di cui non si hanno più noti

Corteo per tenere accesi i riflettori sul caso dell'imprenditrice di Laureana di Borrello di cui non si hanno più noti

Informazione pubblicitaria
Il sit in per Maria Chindamo
Informazione pubblicitaria

Manifestazione a Limbadi oggi a tre anni dalla scomparsa di Maria Chindamo, la commercialista e imprenditrice 44enne di Laureana di Borrello, portata via con la forza tre anni fa in località Montalto di Limbadi, mentre si apprestava ad aprire il cancello della sua tenuta agricola. L’iniziativa è stata promossa dall’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e da Libera Calabria ed è partita con un corteo dal luogo dove la donna è stata prelevata e fatta sparire. Alla manifestazione hanno partecipato i tre figli di Maria Chindamo, il fratello Vincenzo, i ragazzi delle scuole di Limbadi e Nicotera e diverse associazioni. L’iniziativa, particolarmente voluta dai familiari di Maria Chindamo, mira a tenere accesi i riflettori sulla vicenda che, a livello investigativo, è seguita dalla Procura di Vibo Valentia la quale nel marzo scorso – a seguito di alcune testimonianze – aveva inviato in una località ben precisa di Montalto di Limbadi alcuni cani molecolari specializzati nel ritrovamento di resti umani. Le ricerche, però, non hanno sinora dato alcun esito e proprio per la ripresa delle ricerche si è espresso stamattina Vincenzo Chindamo che continua a chiedere giustizia per la sorella e nessuna vendetta. Un caso, quello della scomparsa di Maria Chindamo, che pur con diversi punti di certezza, manca allo stato di elementi tali per poter procedere a perseguire penalmente singole responsabilità. 

Informazione pubblicitaria