Strada del mare, entro 15 giorni via ai lavori sulla Joppolo-Coccorino

Il cronoprogramma degli interventi è stato al centro di una riunione tenutasi al Dipartimento Infrastrutture della Regione Calabria. Solo a fine luglio si valuterà la riapertura al traffico dell’importante arteria 

Il cronoprogramma degli interventi è stato al centro di una riunione tenutasi al Dipartimento Infrastrutture della Regione Calabria. Solo a fine luglio si valuterà la riapertura al traffico dell’importante arteria 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si è svolto oggi al Dipartimento Infrastrutture, lavori pubblici e mobilità della Regione Calabria un incontro per discutere dell’avvio dei lavori per la messa in sicurezza del tratto della strada provinciale n. 23 tra Joppolo e Coccorino. All’incontro, convocato e coordinato dall’assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria Roberto Musmanno, hanno preso parte: il Responsabile coordinamento territoriale Anas Calabria, Giuseppe Ferrara; il responsabile Area compartimentale Anas Calabria, Marco Moladori; il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano; il consigliere regionale Michele Mirabello; il sindaco di Joppolo, Carmelo Mazza;  il funzionario della Prefettura di Vibo Valentia e commissario di Spilinga, Michele Larobina; l’assessore comunale di Joppolo, Giovanni Preiti; l’assessore di Ricadi, Domenico Dicosta; il neo assessore ai Lavori pubblici di Nicotera, Marco Vecchio; l’assistente del deputato Riccardo Tucci, Marco Galati; i consulenti dell’Unical-Dibest Pierpaolo Pasqua e Maurizio Ponte e i rappresentanti delle associazioni e dei comitati territoriali Giovanni Capua, Domenico Lo Bruno, Pasquale Restuccia, Carmelo Preiti e Giovanna Rodolico.

Informazione pubblicitaria

Nel suo intervento introduttivo, Musmanno ha ripercorso le fasi che hanno condotto alla sigla della convenzione attuativa tra Regione Calabria, Provincia di Vibo Valentia e Anas. Convenzione che ha definito le modalità di realizzazione dell’intervento di messa in sicurezza e protezione da caduta massi del corpo stradale della provinciale. Ferrara di Anas ha anticipato l’avvio dei lavori previsto entro 15 giorni: «Grazie alla collaborazione con l’Università della Calabria è stata completata la progettazione, e sono state eseguite indagini e analisi  necessarie per l’avvio dei lavori.  E’ stata già individuata l’impresa che dovrà realizzare le opere. Puntiamo  ad avviare i lavori già tra 10-15 giorni e di portarli avanti, in questa delicata prima fase, almeno fino a fine luglio, dopodiché, se si sarà riusciti a render sicuro il costone, si prenderà in considerazione la riapertura al traffico». Moladori ha presentato le due fasi previste per la realizzazione dei lavori di messa in sicurezza e ha sottolineato l’importanza del rispetto del cronoprogramma da parte di tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’opera. Dopo gli interventi dei rappresentanti di Anas, gli ingegneri Ponte e Pasqua dell’Unical hanno presentato dettagliatamente i lavori progettuali realizzati con il supporto di tecnici esperti e con l’ausilio di droni.  [Continua dopo la pubblicità]

Il sindaco di Joppolo, Carmelo Mazza, ha sottolineato «il grande impegno della Regione nel perseguimento dei risultati finora conseguiti» e ha ringraziato Mirabello «per la costante attenzione sulla vicenda» chiedendo inoltre all’Anas di velocizzare al massimo i tempi per la realizzazione dei lavori e al presidente della provincia Solano di dare maggiore attenzione anche alla Sp 25 che attualmente rappresenta il percorso alternativo alla Sp 23. Mirabello, dal canto suo, ha ringraziato «tutti i presenti al tavolo per aver dato un importante contributo alla vicenda, sottolineando la necessità di seguire le successive fasi dell’intervento perché sia perfettamente efficace». Anche i rappresentati dei comitati e delle associazioni territoriali hanno espresso soddisfazione per gli esiti dell’incontro, ringraziando in modo particolare Musmanno e Mirabello per l’attenzione che hanno rivolto al territorio. Il presidente della Provincia Solano, ha sottolineato l’importanza della sinergia tra le Istituzioni. «Stato, Regione, Provincia, Università e Anas – ha detto – sono stati tutti protagonisti in questa vicenda, con l’obiettivo comune di superare le problematiche emerse. Per sanare i problemi occorre impegno e sinergia. Sarà importante anche la vigilanza e la collaborazione della Prefettura. A breve verrà siglata una convenzione tra Provincia di Vibo, Calabria Verde e Consorzio di Bonifica per l’avvio di interventi di manutenzione delle strade provinciali».

In conclusione è toccato a Musmanno ringraziare «Anas per il lavoro svolto, così come ringrazio il presidente della Provincia di Vibo, il sindaco di Joppolo e il consigliere regionale Mirabello per l’impegno profuso. E’ stata preziosa anche la collaborazione di Anas con l’Università della Calabria. Vorrei sottolineare – ha aggiunto Musmanno – che il finanziamento avverrà esclusivamente con fondi della Regione Calabria, già stanziati da tempo, ma che per vicissitudini della Provincia di Vibo Valentia erano rimaste inutilizzate. L’intento è di poter rendere fruibile la Sp 23, ma è chiaro che prima dovranno essere effettuate tutte le verifiche e i controlli da parte di Anas per scongiurare eventuali rischi legati alla sicurezza». 

LEGGI ANCHEStrada del Mare chiusa e percorso alternativo, al via i lavori della Provincia

Strada del mare Joppolo-Coccorino, firmata la convenzione per lo sblocco dei lavori

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, passo in avanti per l’esecuzione dei lavori

Strada del mare chiusa, riesplode la protesta dei cittadini di Joppolo – Video