Esplosioni e colate di lava, Stromboli torna a fare paura – Foto

Il vulcano dell’arcipelago delle Eolie si risveglia con una pioggia di lapilli e la nube di fumo appare visibile anche dal Vibonese. Fiamme a Ginostra e panico fra residenti e turisti. Alcune imbarcazioni stanno rientrando nel porto di Tropea 

Il vulcano dell’arcipelago delle Eolie si risveglia con una pioggia di lapilli e la nube di fumo appare visibile anche dal Vibonese. Fiamme a Ginostra e panico fra residenti e turisti. Alcune imbarcazioni stanno rientrando nel porto di Tropea 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Violente esplosioni si stanno registrando dal cratere dello Stromboli e sono state registrate dall’Ingv di Catania. La sala operativa della Protezione civile regionale si è subito attivata dopo aver ricevuto dall’Ingv la segnalazione. Secondo le prime informazioni – raccolte attraverso forestale, carabinieri e vigili del fuoco – le esplosioni, con la caduta di materiale incandescente, avrebbero provocato una serie di incendi in diverse zone dell’isola come a Ginostra. Tanta la paura, specie fra i turisti, con una crescente psicosi per uno tsunami come nel 2002 è ancora molto forte. I traghetti sono rientrati nel porto e i turisti sono stati fatti risalire su alcune barche per lasciare la coste del vulcano. Alcune motonavi piene di turisti sono dirette al porto di Tropea con largo anticipo rispetto al rientro che era stato programmato per le ore 23. Diversi elicotteri stanno perlustrando la zona ed il sole è coperto dal fumo. “C’è stata una potente esplosione. Abbiamo sentito un boato, poi si è alzata una colonna di fumo e lapilli incendiari sono caduti – raccontano alcuni turisti – su Ginostra e sui costoni del vulcano”.  

Informazione pubblicitaria